Welfare in arrivo contributi
per le spese scolastiche

Il Comune di Udine è pronto a investire 125 mila euro per attivare un beneficio economico di sostegno alle famiglie per le spese legate ai servizi di ristorazione scolastica e doposcuola. Nella seduta del 4 dicembre la giunta comunale ha stabilito di finanziare, in continuità con quanto fatto negli anni scorsi, delle agevolazioni sui servizi di ristorazione e doposcuola,che si affiancheranno ai contributi per le spese di riscaldamento collegati alla Carta Famiglia.“Nel 2011 eravamo riusciti a garantire questo intervento nell’ambito delle misure inserite nella Carta Famiglia, mentre quest’anno, a causa della mancanza di risorse, i benefici per i servizi scolastici non erano stati inseriti in questo pacchetto di agevolazioni – spiega l’assessore ai Servizi sociali Antonio Corrias –. Ora però, con uno stanziamento aggiuntivo di 125 mila euro, ripristiniamo anche questo contributo sostenendo così i nuclei familiari in difficoltà a causa della pesante crisi che stiamo vivendo”.

I contributi comunali saranno destinati alle famiglie residenti nel Comune di Udine con almeno due figli frequentanti i servizi di doposcuola e/o mensa per l’anno scolastico 2012-2013 e con un’attestazione Isee in corso di validità non superiore a 30 mila euro. Per quanto riguarda il servizio di doposcuola attivato presso le scuole primarie e secondarie di primo grado, il beneficio consisterà in una rata bimestrale gratuita. Relativamente invece ai servizi di ristorazione scolastica le agevolazioni saranno modulate sulla base del numero dei rientri: 10 buoni pasto per gli iscritti alle scuole primarie e secondarie di primo grado con 1 rientro, 20 buoni per gli iscritti con 2 o 3 rientri, 30 buoni per gli iscritti con 5 giorni di rientro. Per le famiglie con figli iscritti alle scuole dell’infanzia sono previsti 30 buoni pasto. Lo scorso anno l’amministrazione comunale ha erogato complessivamente oltre 120 mila euro per questi intervento, a sostegno di quasi 1.200 beneficiari: circa 76 mila euro per la ristorazione scolastica (895 beneficiari) e circa 45 mila euro per i servizi pre e post scolastici (279 beneficiari). La raccolta delle domande di accesso al contributo si aprirà il 14 gennaio e si chiuderà il 1° marzo.