Le domande potranno essere
inoltrate tra il 1° e il 25 febbraio

Welfare, il Comune conferma
il beneficio per le famiglie numerose

Un fondo di 135 mila euro consentirà di sostenere i nuclei familiari con almeno quattro
figli di età inferiore a 26 anni e con un’attestazione Isee non superiore a 30 mila euro

Servizi educativi, spese per abbonamenti per trasporto pubblico, servizi e attività sportive, spese sanitarie, utenze relative alla fornitura di acqua e alla raccolta dei rifiuti. Sono queste le spese che il Comune di Udine punta a sostenere anche quest’anno con il beneficio dedicato alle famiglie numerose, riservato ai nuclei familiari con almeno 4 figli di età inferiore a 26 anni e con un’attestazione Isee in corso di validità non superiore a 30 mila euro. Gli interessati potranno presentare domanda di accesso ai contributi da venerdì 1° febbraio a lunedì 25 febbraio. Complessivamente l’amministrazione comunale distribuirà 135 mila euro, integrando le risorse regionali con fondi propri per 20 mila euro.

“Con questo intervento – sottolinea l’assessore ai Servizi Sociali Antonio Corrias – l’amministrazione comunale conferma il suo impegno nei confronti delle famiglie numerose, nonostante il difficile momento dal punto di vista delle risorse economiche disponibili. È un percorso condiviso – prosegue Corrias – che abbiamo intrapreso coinvolgendo anche le realtà presenti sul territorio nella fase di programmazione e definizione degli interventi, in particolare con l’associazione delle famiglie numerose della Provincia di Udine e il Forum delle associazioni familiari del Friuli Venezia Giulia”.

I fondi a disposizione copriranno un rimborso pari all’80% delle spese documentate sostenute negli anni 2011 e 2012 relativamente ai servizi educativi (tasse per iscrizioni scolastiche, doposcuola, servizi di pre e post accoglienza, centri ricreativi estivi e mense scolastiche), servizi e attività sportive, spese per abbonamenti per trasporto pubblico, spese sanitarie, utenze relative alla fornitura di acqua, tariffa igiene ambientale. Per i nuclei familiari ai quali lo scorso anno è già stato assegnato il beneficio comunale per le famiglie numerose relativo all’anno 2011 il rimborso è limitato alle sole spese sostenute nel 2012. L’importo massimo del beneficio erogabile a ciascuna famiglia è di 1.500 euro.

Rispetto al passato il Comune, di concerto con l’associazione delle famiglie numerose della Provincia di Udine e il Forum delle associazioni familiari del Friuli Venezia Giulia, ha definito una procedure semplificata per la presentazione delle domande. Le famiglie interessate possono chiamare già da subito il Servizio informativo servizi sociali udinesi (tel. 0432 271731 – 271732 – 271733 – 271734) dal lunedì al venerdì dalle 8.45 alle 12.15 (il lunedì anche dalle 15.15 alle 16.45) per fissare un appuntamento presso il Centro polifunzionale “Micesio” (ingressi pedonali da via Micesio 31 o da via Superiore). I cittadini richiedenti dovranno presentarsi all’appuntamento prefissato con tutti i documenti necessari: documento di identità, l’eventuale fotocopia del permesso di soggiorno (se stranieri  titolari di permesso di soggiorno), la fotocopia di tutti i documenti di spesa che si vogliono allegare alla domanda, l’attestazione Isee e la documentazione relativa agli altri eventuali contributi già ottenuti per le spese per le quali si richiede il beneficio. La domanda sarà compilata con l’assistenza dell’operatore di sportello che resterà a disposizione per fornire eventuali chiarimenti.

“L’associazione nazionale famiglie numerose, in sintonia con il Forum delle Associazioni Familiari, accoglie con favore l’iniziativa intrapresa dal Comune di Udine circa l’implementazione dei fondi destinati dalla Regione a favore delle famiglie numerose – sottolineano insieme Giancarlo Biasoni, presidente regionale del Forum della Associazioni Familiari, e Paolo Grisan, coordinatore regionale dell’associazione nazionale famiglie numerose –. Un ringraziamento particolare va all’assessore Corrias e al suo staff per la disponibilità dimostrata, anche in questa situazione difficile, nel recepire le istanze espresse in varie occasioni dagli scriventi. Un plauso va all’amministrazione per aver semplificato le procedure amministrative nel contesto dello sportello unico istituito per le informazioni e per la raccolta delle domande degli utenti”.