Dal 13 novembre presso il Centro polifunzionale Micesio

Welfare, apre il nuovo sportello
informativo dei servizi sociali

Lo sportello fornirà informazioni e orientamento sui diritti e le
opportunità, sui progetti e gli interventi della rete dei servizi sociali

Dal ricevimento delle domande per accedere ai benefici sociali all’attività di “primo ascolto”, dalle informazioni sui servizi sociali all’orientamento per l’accesso alle reti territoriali del welfare. Sono queste le principali funzioni svolte dal nuovo Sportello informativo dei servizi sociali udinesi, il Sissu, che da martedì 13 novembre sarà aperto al pubblico presso il Centro polifunzionale Micesio,con ingressi pedonali da via Micesio 31 e da via Superiore 3. I cittadini e le famiglie udinesi che vorranno avere informazioni ed essere indirizzati ai servizi sociali dell’amministrazione comunale avranno ora a disposizione uno sportello unico in grado di guidarli verso la risposta più adeguata.

Qui gli operatori del Comune garantiranno informazioni e orientamento sui servizi offerti dal Comune stesso e da eventuali altre pubbliche amministrazioni e dai principali soggetti del privato che partecipano alle reti territoriali del welfare. Il Sissu accoglierà inoltre le domande di accesso ai diversi benefici sociali, come già accade proprio in questo periodo per i contributi relativi alla Tariffa di igiene ambientale. Il nuovo sportello svolgerà anche una funzione di primo ascolto per chi intende rivolgersi ai servizi sociali, concordando appuntamenti personalizzati per gli eventuali approfondimenti da effettuare negli uffici di viale Duodo. Prossimamente, inoltre, il Sissu fungerà da sportello di primo ascolto anche per le problematiche socio-assistenziali di competenza delle assistenti sociali.

“L’esigenza di assicurare un migliore servizio ai cittadini è diventata improcrastinabile – afferma l’assessore alla Salute ed Equità sociale Antonio Corrias – ed è in concomitanza con essa che l’assessorato propone non un semplice trasferimento fisico dell’attuale postazione informativa di viale Duodo, ma una più incisiva riqualificazione di questa specifica funzione. Non si tratta pertanto solamente di trovare una più adeguata collocazione fisica ad uno degli sportelli in funzione, ma di ottimizzare le condizioni di lavoro del personale dedicato, di migliorare le condizioni e le modalità di accoglienza e di attesa dell’utenza e di estendere la gamma dei servizi e delle funzioni ad essa rivolte, qualificando il ruolo di questo punto di primo contatto con il cittadino”.

L’assessorato ha individuato un idoneo locale presso il Centro polifunzionale di via Micesio, struttura di proprietà dell’Asp La Quiete assunta in convenzione dal Comune di Udine. Presso questa sede operano già diverse associazioni attive nel campo della disabilità e dei servizi alla terza età, il centro di aggregazione per anziani autosufficienti Il Salotto d’Argento e il centro diurno per disabili gestito da La Quiete. Nell’ultimo quadriennio sempre in questi spazi sono stati già sperimentati con successo il servizio di raccolta delle istanze del contributo per il sostegno alle locazioni e le istanze per la partecipazione ai soggiorni estivi per anziani. Il Centro Micesio è tra l’altro una struttura facilmente raggiungibile mediante due ingressi pedonali, ed è servita dalle linee urbane 1 e 3 (fermata in via Gemona) e 2, 6 e 9 (fermata in via Micesio). Il Centro è privo di barriere architettoniche essendo dotato di due ascensori e una rampa disabili. Inoltre nell’area esterna della struttura sono disponibili dei posti auto riservati alle persone disabili.

“Nelle nostre previsioni – spiega Corrias – il Sissu nei prossimi mesi amplierà la sua sfera d’azione nel territorio cittadino. Dopo un primo periodo di rodaggio, la naturale evoluzione non potrà che consistere nello sportello informativo della costituenda Agenzia per la Famiglia, con lo scopo primario di fornire ai cittadini informazioni e orientamento sui diritti e le opportunità sociali, sui servizi e gli interventi della rete dei servizi sociali e, ove possibile, socio-sanitari”. Previa intesa con il Servizio Sociale territoriale, lo sportello fungerà anche, a breve, da Segretariato sociale: presso lo sportello, infatti, potrebbe essere presente quotidianamente un’assistente sociale del territorio che in aggiunta – e non in sostituzione – alle assistenti sociali di zona potrebbe esercitare una funzione di punto d’ascolto di primo livello e di orientamento ai servizi presenti sul territorio.

Il patrimonio informativo dello sportello potrà essere alimentato dai soggetti che vorranno aderire alla rete del servizio quali l’Ambito Socio-Assistenziale 4.5 dell’Udinese, l’Azienda per i Servizi Sanitari 4, la Provincia di Udine, l’Ater di Udine, le associazioni e le organizzazioni del volontariato, la cooperazione sociale, i Caf, le organizzazioni sindacali e altri soggetti operanti nel terzo settore. Il personale addetto sarà affiancato, se del caso, da mediatori culturali e linguistici per i cittadini di lingua straniera. Lo sportello sarà aperto al pubblico dal lunedì al venerdì dalle 8.45 alle 12.15 (il lunedì anche dalle 15.15 alle 16.45. Per informazioni: tel. 0432.271731-732-733-734, fax 0432.271730, mail sissu@comune.udine.it.