Da lunedì 23 luglio
con l’eccezione dei residenti

Via Basiliano,
entra in vigore il senso unico

Il provvedimento, fortemente richiesto dai residenti e dal consigliere delegato di quartiere
Carmelo Spiga, punta a ridurre l’anomala mole di traffico lungo la strada residenziale

A conclusione dell’intervento di predisposizione della nuova segnaletica, da lunedì 23 luglio via Basiliano diventerà a senso unico, tranne che per i residenti. Dalla prossima settimana, infatti, entrerà ufficialmente in vigore l’ordinanzache stabilisce l’istituzione dell’obbligo di svolta a sinistra o a proseguire dritto sulla bretella in uscita dalla tangenziale ovest, con l’eccezione di velocipedi e motocicli e dei residenti di via Basiliano, via Morsano e via Pasian di Prato/Cormor. Il percorso alternativo, per chi esce dalla tangenziale ovest e si dirige verso la strada regionale 353 a Santo Osvaldo, è rappresentato da via Popone e via Attimis. Un provvedimento richiesto dagli stessi residenti, che in seguito alle nuove opere realizzate dalla Provincia di Udine sulla tangenziale ovest e all’eliminazione della svolta verso la frazione di Basaldella, si sono visti scaricare improvvisamente una quantità di traffico insostenibile per una strada residenziale come via Basiliano.

“Via Basiliano è diventata, in modo improprio, una delle arterie di attraversamento della città – sottolinea l’assessore alla Mobilità del Comune di Udine Enrico Pizza –. Per trovare una soluzione abbiamo incontrato, insieme con il consigliere delegato di quartiere Carmelo Spiga, i residenti e anche i sindaci di Pozzuolo e Campoformido, ai quali abbiamo spiegato le ragioni della scelta”. In base a un rilievo del traffico eseguito nei mesi scorsi da Ssm il percorso da via Sigeardo a via Basiliano è attraversato mediamente da 481 veicoli tra le 7.30 e le 8.30, 361 nell’ora a cavallo di mezzogiorno e 386 tra le 17.30 e le 18.30. Dati che indicano una portata di traffico analoga, e in alcune fasce della giornata addirittura superiore, a strade notoriamente ben più caotiche quali viale Tricesimo e viale Palmanova.

Per garantire in questo contesto maggiore sicurezza, soprattutto di pedoni e ciclisti, l’amministrazione comunale è intervenuta con la realizzazione di marciapiedi e il posizionamento di dissuasori di velocità. Interventi che hanno migliorato le condizioni di sicurezza della zona, ma non hanno ridotto l’anomalo flusso di mezzi in transito.“Mi rendo conto che i pendolari dovranno allungare di circa un chilometro il proprio percorso – osserva Pizza –, ma è nostro dovere tutelare l’area residenziale e i suoi cittadini. Lo faremo seguendo lo stesso modello applicato dal Comune di Campoformido per via Pasian di Prato/Cormor. Come richiesto, in particolare dal sindaco Turello di Pozzuolo, oltre ai segnali di divieto è stato predisposto un piano di segnaletica direzionale che possa indirizzare gli automobilisti nel modo più semplice possibile”.