Convenzione tra Comune, Università e Consorzio Ledra Tagliamento

Uno studio per ricavare
energia elettrica dalle rogge

Si cercherà di capire la possibilità di sfruttare
i salti d’acqua delle rogge di Udine e di Palma

Facendo seguito al “Patto dei sindaci”, sottoscritto dal Comune lo scorso anno, e in base a quanto previsto dal Regolamento energetico comunale, palazzo D’Aronco sottoscriverà una convenzione con l’ateneo friulano e il Consorzio di Bonifica Ledra Tagliamento per sfruttare i salti d’acqua delle rogge cittadine per produrre energia elettrica.

Considerato, infatti, che sono di proprietà comunali le strutture adiacenti le piccole cascate di viale Volontari della Libertà, di Largo delle Grazie e di via Castelfidardo, e che la proprietà delle rogge è del demanio idrico e gestite dal consorzio, la giunta comunale ha deciso di avviare uno studio di fattibilità per realizzare delle piccole turbine per la produzione di energia elettrica. Da parte sua l’università di Udine è interessata a partecipare all’iniziativa, fornendo la propria collaborazione nella fase di redazione dello studio di fattibilità su tutti (una decina) i salti d’acqua sulle rogge di Udine e di Palma e nella fase successiva di progettazione preliminare rendendo disponibili le proprie conoscenze tecnico scientifiche anche nel contesto dell’inserimento ambientale. Ecco perché la convezione che verrà siglata tra i tre enti impegna il Comune a coordinare tutta l’iniziativa e a rendere disponibili le strutture adiacenti i salti d’acqua, il Consorzio a redigere uno studio di fattibilità e l’ateneo a fornire la propria collaborazione scientifica, di ricerca e di consulenza.