Ad accogliere il gruppo
il vicesindaco Vincenzo Martines

Una rappresentanza armena
a palazzo D’Aronco

A guidare la delegazione Raffi Delanian, presidente degli scout della chiesa apostolica
armena in Francia in questi giorni in Friuli con una sessantina di ragazzi

Nell’ambito dei rapporti di amicizia che uniscono la città di Udine e il popolo armeno, venerdì 13 agosto il vicesindaco Vincenzo Martines ha accolto a palazzo D’Aronco una delegazione di visitatori armeni in viaggio in Friuli in queste settimane. A guidare la rappresentanza caucasica il presidente degli scout della chiesa apostolica armena in Francia, Raffi Delanian, accompagnato anche dal presidente dell’associazione armena udinese Daniel Temresian. Delanian, che aveva già visitato Udine e il Friuli in passato, ha scelto proprio il territorio friulano per un viaggio che ha portato in questi giorni una sessantina di scout a scoprire Tarvisio e diversi luoghi della regione, tra i quali anche il capoluogo friulano.

 “L’amministrazione comunale è molto vicina al popolo armeno – ha sottolineato Martines nel corso dell’incontro – e lo ha dimostrato con l’intitolazione dell’area verde di via 3 Novembre, nel quartiere di S. Osvaldo, a Parco degli Armeni”. L’intitolazione, avvenuta nel novembre del 2008, ha consentito di inaugurare un monumento posizionato all’interno del parco e donato da un gruppo di imprenditori armeni per ringraziare la città di Udine sia per gli aiuti prestati dal capoluogo del Friuli in seguito al terremoto che colpì l’Armenia nel 1988, causando decine di migliaia di morti, sia per il riconoscimento del genocidio armeno compiuto a cavallo tra il 1915 e il 1916. Udine fu infatti, insieme a Parigi, la prima città in assoluto a riconoscere l’olocausto del popolo armeno ad opera dei “Giovani Turchi”.



Tags: