Una nuova mostra temporanea che sarà inaugurata sabato 20 ottobre alle 15.30

Una “biblioteca del suono”
a palazzo Giacomelli

Il museo Etnografico presenta l’esposizione “Chicchi di suono. La biblioteca sonora”,
realizzata dall’Ert e dedicata ai bambini dai 2 ai 10 anni

Un viaggio che propone ai bambini l’esplorazione del proprio rapporto creativo con il suono e con i racconti. Si potrebbe presentare così “Chicchi di suono. La biblioteca sonora”, la nuova mostra d’arte per bambini dai 2 ai 10 anni realizzata dall’Ert in collaborazione con i Civici Musei e con il museo Etnografico del Friuli.L’esposizione, che sarà inaugurata sabato 20 ottobre alle 15.30 a palazzo Giacomelli, è curata da Arianna Sedioli, esperta in didattica e pedagogia musicale e atelieristica, e da Luigi Berardi, artista che si occupa di grafica, fotografia e ricerca di cultura materiale e folclorica. Una mostra “esplorabile giocando”, animata attraverso la narrazione e l’esperienza: i bambini sono invitati ad esplorare gli oggetti e le installazioni con i sensi scoprendo voci, richiami, suoni e rumori nascosti e realizzando percorsi fantastici fra sonorità naturali e puramente astratte.

Ciascun bambino giocando con questi “corpi sonori” esplora, divertendosi, il proprio rapporto creativo con il suono avendo come unica guida la sua curiosità e sensibilità, in rapporto personale e diretto con gli oggetti artistici  La mostra resterà aperta al pubblico fino al 4 novembre e potrà essere visitata in determinati turni di visita con accompagnamento. Visite guidate gratuite per le famiglie saranno organizzate sabato 20, 27 ottobre e 3 novembre alle 15.30 e domenica 21, 28 ottobre e 4 novembre alle 10.30 e 15.30. Per le scuole sono previste visite guidate su prenotazione dal martedì al venerdì con turni di visita alle 9.30 e alle 11. Per informazioni e prenotazioni è possibile contattare l’Ert Fvg (tel. 0432/224211 – mail info@ertfvg.it) dal lunedì al venerdì dalle 9.30 alle 12.30 e dalle 14.30 alle 17. Le visite guidate e l’ingresso al museo Etnografico sono entrambe gratuite per le scuole.