Lunedì 9 luglio alle 21 nella corte di palazzo Morpurgo

UdinEstate ricorda
lo scultore Giulio Piccini

L’artista, attivo a Udine per più di 70 anni, sarà ricordato
attraverso lo spettacolo “Aliante – Il silenzio del volo”

A due anni dalla sua scomparsa il Circolo di studi artistici e sociali Espressione Est e il Comune di Udine, nell’ambito della rassegna UdinEstate, ricordano la figura dello scultore Giulio Piccini con un evento contenitore che cade nel giorno della nascita dell’artista. Lunedì 9 luglio alle 21 la corte di palazzo Morpurgo ospiterà lo spettacolo “Aliante – Il silenzio del volo”,un viaggio ispirato alla produzione artistica di Piccini. L’artista con la sua opera è stato attivo a Udine per più di settant’anni, portando il suo contributo alla storia dell’arte contemporanea, con la sua ricerca e le sue sperimentazioni, tra le quali il volo che ha rappresentato in forme originali e significative.

Nel corso della sua vita artistica Piccini trasse particolare ispirazione dal volo con l’aliante, che è stata una sua passione in gioventù. Il volo e la luce vennero rappresentate nelle opere che lo scultore realizzò intorno alla metà degli anni Sessanta, in particolare il “Vortice”, monumento vincitore del concorso per l’aeroporto di Ronchi dei Legionari. L’evento-omaggio, realizzato in collaborazione con l’associazione Formaementis e con la famiglia dell’artista, proporrà performance, letture, musica e interventi di critici d’arte, per la regia di Cristian Finoia. In caso di pioggia lo spettacolo si terrà al teatro Palamostre, in piazzale Diacono.

Foto di Danilo De Marco