Lunedì 11 giugno alle 18 nella corte di palazzo Morpurgo

UdinEstate presenta
“Il cielo capovolto”

“Dialoghi in biblioteca d’estate” proporrà il volume
di Antonella Gatti Bardelli, edito quest’anno da Bompiani

Lunedì 11 giugno, alle ore 18, nella corte di Palazzo Morpurgo in via Savorgnana, per il ciclo “Dialoghi in Biblioteca d’estate” nell’ambito di UdinEstate 2012, sarà presentato il libro “Il cielo capovolto”, di Antonella Gatti Bardelli, edito quest’anno da Bompiani. Dialoga con l’autrice lo scrittore Pino Roveredo. In caso di pioggia l’iniziativa si svolgerà in Sala Corgnali della Biblioteca Civica (Riva Bartolini 5).Antonella Gatti Bardelli è nata a Trieste nel 1969 e ha vissuto e lavorato per alcuni anni a New York dove ha trovato l’ispirazione per il suo primo romanzo “Il cielo capovolto”. Si occupa di teatro e da tempo collabora con la Compagnia Instabile di Pino Roveredo.

Figlia perfetta, studentessa modello, la ragazza più ricca del quartiere. Antonella è prigioniera dell’immagine allegra e spensierata che gli altri hanno di lei e il bisogno urgente di amore e approvazione la spinge a fingere di essere quello che non è. Finché un viaggio di lavoro a New York diventa l’occasione per evadere dalla noiosa normalità di una città di provincia, per fuggire via dalla solitudine e inseguire il successo e la libertà tanto desiderata. Ma l’illusione del sogno americano si infrange contro una gelida notte di inizio febbraio, quando Antonella, cui sarà diagnosticata una forma di depressione bipolare, tenta di togliersi la vita. E il cielo si capovolge. Un diario coraggioso che parla di un faticoso percorso di salvezza, in cui l’autrice affronta senza vergogna “il più grande inciampo” della sua vita e racconta, mettendosi a nudo, la sua umile rinascita, per spiegare “a chi ha perso la speranza o a chi crede di averla esaurita, che la vittoria sul dolore è possibile; si chiama abbraccio bacio fatica stanchezza risveglio pillole analisi scrittura o semplicemente poesia”.