Presentato il cartellone che accompagnerà udinesi e turisti fino a settembre

UdinEstate 2013, pronta
a partire l’estate in città

I 50 anni della regione autonoma Friuli Venezia Giulia il filo ideale
che collega gli appuntamenti dell’edizione 2013

Teatro in friulano e non solo, video, appuntamenti con la storia, visite guidate a piedi o in bicicletta, documentari, incontri, mostre, concerti per tutti i gusti fino a intriganti “incursioni” nella flora locale. Il tutto sotto il comune denominatore dei 50 anni della regione autonoma Friuli Venezia Giulia.È questo il filo ideale che collegherà gli appuntamenti di UdinEstate edizione 2013, il cartellone organizzato dal Comune di Udine e diventato ormai inseparabile compagno di viaggio per migliaia di udinesi e turisti durante i mesi estivi. Il ricco programma pensato per quest’anno è frutto come sempre del lavoro dei vari uffici comunali coinvolti nell’iniziativa, nonché dell’impegno delle tante associazioni ed enti del territorio che hanno messo insieme esperienze e forze per dar vita a un programma complessivo di circa 300 eventi distribuiti in oltre tre mesi di durata totale della manifestazione.

“In un momento di recessione c’è l’opportunità, quasi il dovere – spiega il sindaco Furio Honsell – di scoprire la ricchezza della vita culturale e artistica dei cittadini di Udine e di moltissime associazioni del territorio. Quest’anno – prosegue – abbiamo puntato alla valorizzazione, e anche se non c’è la possibilità di acquistare artisti da fuori, abbiamo la possibilità di sostenere gli artisti locali e sono certo che i cittadini di Udine avranno una UdinEstate altrettanto emozionante degli altri anni se non addirittura di più. Allo stesso tempo – conclude – si renderanno probabilmente conto della ricchezza latente, della creatività ancora da scoprire della vita artistica e culturale della città”.

Soddisfatto per il programma di UdinEstate anche il neo assessore alla Cultura del Comune, Federico Pirone. “L’impegno dell’amministrazione comunale – spiega –, è stato quello di indicare una cornice in cui si esprimeranno le molteplici proposte culturali, educative e di animazione che caratterizzano Udine, sia quelle offerte dall’amministrazione stessa, sia quelle promosse dalle associazioni e dalle realtà del territorio. Senza cercare l’impossibile – prosegue –, ma con l’obiettivo di rendere estremamente significativi il quotidiano, la dimensione umana e la socialità, elementi portanti del tessuto della nostra città. A disposizione di tutti e di tutte. A tutti i protagonisti di questa avventura – conclude – va il nostro sincero grazie”.

Diverse le sedi scelte per ospitare spettacoli, incontri, dialoghi, presentazioni di libri, itinerari e visite guidate, mostre, cinema, concerti, eventi sportivi e molto altro ancora. Cuore pulsante sarà la suggestiva corte di palazzo Morpurgo in via Savorgnana, ma i vari eventi troveranno spazio anche in piazza XX Settembre, in piazza Matteotti, piazza Duomo, nelle circoscrizioni, nei parchi, nelle arene della città e, più in generale, in tutto il centro storico di Udine e in molti dei suoi palazzi e scorci più suggestivi. Tanti, oltre trenta, i soggetti culturali del territorio coinvolti, senza contare la biblioteca civica “Joppi”, i musei, la Ludoteca, gli uffici comunali della cultura, sport, politiche giovanili, politiche sociali e le circoscrizioni.

Impossibile descrivere qui tutti gli appuntamenti di UdinEstate. L’offerta culturale della manifestazione, infatti, è talmente ampia e articolata da soddisfare ogni palato. Diverse le rassegne organiche, in gran parte consolidate, inserite nel cartellone: da Dulinvie, che quest’anno propone “riflessioni e confronti a  50 anni dalla nascita della regione autonoma”, al festival degli artisti di strada, giunto alla sua seconda edizione dopo il successo dell’anno passato; dall’ormai tradizionale appuntamento con il festival della chitarra, che quest’anno spegne le 30 candeline, a Homepage festival al parco del Cormor, fino all’immancabile appuntamento con Udin&Jazz e Folkest o la Notte Bianca che stavolta andrà in scena l’11 luglio. Senza contare la nuova e imperdibile rassegna “Teatro San Giorgio Estate a km 0” proposta dal Css Teatro stabile di innovazione del Friuli Venezia Giulia o il Progetto di teatro friulano, “tra autori e storie dell’Ottocento” proposto dal Teatro Club Udine.

Tanti anche gli appuntamenti ricorrenti come “Armonie in corte” (ciclo settimanale di concerti di musica classica a palazzo Morpurgo), “Cittadini in movimento” (serie di incontri nelle aree verdi delle circoscrizioni cittadine all’insegna del movimento all’aria aperta), i “Dialoghi in biblioteca” (con proposte editoriali sempre nuove), a cui si aggiungono gli itinerari storici alla scoperta della città e dei suoi angoli più suggestivi, le tradizionali e irrinunciabili “Letture in corte” del rodato duo Angela Felice-Paolo Patui, le attese serate con il cinema di CineInCittà nelle circoscrizioni e il quanto mai ricco programma di intrattenimento, favole, teatro, racconti e giochi per i bambini.

Non manca all’appello, inoltre, la grande lirica con l’opera in piazza Duomo dove stavolta andrà in scena “Attila” di Giuseppe Verdi. Ma ci sarà spazio anche per tanta altra musica con numerosi concerti nelle piazze e nei teatri cittadini. Così come sarà presente nel cartellone di UdinEstate anche la danza con una serie di performance in vari spazi della città in occasione dei vent’anni della compagnia AreaRea. Immancabile, infine, il programma dedicato allo sport che proporrà ciclismo, basket, roller, podismo, cicloturismo e molto altro ancora.

Come già ricordato, il programma di UdinEstate 2013, per cui sono stati stanziati circa 73 mila euro euro è stato reso possibile grazie anche al contributo della Fondazione Crup e di Amga, oltre al supporto di tante associazioni ed enti del territorio. Moltissime, infatti, sono le realtà che contribuiranno alla rassegna estiva del capoluogo friulano: Altreforme, Alce, Atf, Abicitudine, Accademia d’arte drammatica Nico Pepe, Anà-Thema Teatro, Anbima, Arearea, Arteventi, Claudio Monteverdi, Css Teatro stabile d’innovazione del Fvg, Damatrà, Emilio Salgari, Espressione Est, Euritmica, Fernando Sor, Filarmonia, Folkgiornale, Folkloristica giovanile, Guido da Variano, Il Laboratorio, Itineraria, La Rinascita, Legambiente circolo di Udine, Little piano school, Luigi Bon, Modo, Museo del Duomo, Safari word, San Marco, Teatro Club Udine, Ucai, Udine Sipario.

Per informazioni sul programma completo è possibile consultare il sito internet del Comune di Udine (www.comune.udine.it) o contattare il PuntoInforma telefonando allo 0432 414717. Per tutti gli eventi e per il calendario completo vai sul sito di udinecultura.it