Scoperta ufficialmente la targa d’intitolazione dell’area verde dedicata all’artista udinese

Udine ricorda con una targa
la chitarrista Carla Minen

Grazie al lavoro del presidente della Commissione Toponomastica, Franco Della Rossa,
l’area verde tra via Crispi e via Morpurgo intitolata all’artista friulana scomparsa nel 1996

“Le richieste di intitolazione sono molte e gli spazi, purtroppo, sono quelli che sono. Il mio personale impegno, tuttavia, e quello di tutta la Commissione toponomastica è sempre stato e sempre sarà quello di accontentare quante più richieste possibili, dedicando delle aree della città per ricordare adeguatamente chi ha lasciato un segno indelebile nella storia del capoluogo friulano e non solo”.Con queste parole il presidente della Commissione Toponomastica di Udine e vicepresidente del Consiglio comunale, Franco della Rossa, fuori città per impegni improrogabili, non ha voluto far mancare il proprio saluto alla cerimonia ufficiale di presentazione dell’area verde intitolata a Carla Minen, la chitarrista scomparsa nel 1996 a soli 35 anni. Alla cerimonia di scoprimento della targa di intitolazione dell’area posta all’incrocio tra via Crispi e via Morpurgo, oltre ai genitori di Carla, Anna e Achille, e il fratello Diego, erano presenti gli assessori comunali all’Ambiente Enrico Pizza, alla Cultura, Federico Pirone e ai Servizi Demografici e Decentramento, Antonella Nonino. Senza contare le tante persone, consiglieri comunali e personalità del mondo della cultura, accorse per ricordare la figura della chitarrista in nome della quale da trent’anni a questa parte si svolge a Udine il festival internazionale di chitarra.

“Le circa venti essenze arboree piantate qui dagli uffici comunali al Verde pubblico – ha commentato l’assessore all’Ambiente, Enrico Pizza – cresceranno negli anni allo stesso modo con cui manterremo vivo il ricordo di Carla”. Commozione e ringraziamenti, in particolare a Della Rossa per aver individuato l’area, sono giunti anche dalla famiglia. “Sentiamo il dovere – ha detto la madre dell’artista – di ringraziare l’amministrazione comunale per l’impegno profuso in questo gesto, ma anche e soprattutto per aver accettato di inaugurare l’area proprio oggi, giornata in cui si ricorda Santa Cecilia, santa protettrice dei musicisti”.

Nemmeno l’assessore alla Cultura, Federico Pirone, ha voluto far mancare il proprio saluto. “Pur nel dolore del ricordo per la scomparsa di Carla – ha spiegato – è nostro dovere mantenere vivo il valore culturale dei tanti artisti che, passando di qui, la ricorderanno, senza contare quelli che nel suo nome ogni anno vengono a Udine per esibirsi al festival internazionale di chitarra. Ringrazio – ha concluso – il mio predecessore, l’ex assessore alla Cultura, Luigi Reitani, per il suo interessamento nel dedicare un’area a Carla Minen”.

Emozionata anche l’assessore al Decentramento e Servizi Demografici Antonella Nonino. “Sono particolarmente grata – ha spiegato – per il prezioso lavoro della Commissione toponomastica nel riuscire a individuare un’area che ricordasse la figura di questa giovane artista udinese prematuramente scomparsa”.