Giovedì 15 aprile alle 18 in sala Ajace un incontro
dedicato alla nuova edizione della Marcia Perugia-Assisi

Udine e il Friuli
in marcia per la pace

Il Comune di Udine e il Tavolo della Pace del Friuli Venezia Giulia
presenteranno la loro partecipazione all’iniziativa in programma il prossimo 16 maggio

La partecipazione del Comune di Udine e del Tavolo della Pace del Friuli Venezia Giulia alla prossima Marcia per la pace Perugia-Assisi sarà illustrata nel corso di un incontro in programma giovedì 15 aprile alle ore 18 in sala Ajace a palazzo D’Aronco.

Inizia così il conto alla rovescia in vista della diciottesima edizione dell’iniziativa realizzata dalla “Tavola della pace” di Perugia, che si propone “di diffondere la cultura della pace e dei diritti umani e dire basta alla violenza e alla paura costruendo un’Italia migliore”. La nuova Marcia per la pace si svolgerà domenica 16 maggio, una data scelta per facilitare la partecipazione degli studenti e degli insegnanti impegnati in percorsi di educazione ai diritti umani e alla pace, all’intercultura, alla legalità e alla solidarietà. 

“Anche quest’anno il Comune di Udine sostiene e partecipa a questa iniziativa storica – spiega l’assessore alla Cultura Luigi Reitani –, che deve far riflettere tutti noi sul significato dei valori legati al tema della pace. Non è più possibile pensare infatti che i problemi globali non riguardino il locale. La pace si costruisce fattivamente in ogni singolo comune, dal più grande al più piccolo, guardando all’integrazione e ai temi dell’ambiente e della distribuzione equa delle ricchezze”. Proprio per sottolineare l’importanza di questo messaggio l’incontro di presentazione di giovedì 15 aprile sarà dedicato al tema “La pace comincia nelle nostre città”. Promosso da Tavola della Pace del Friuli Venezia Giulia e Crelp (Coordinamento regionale enti locali per la pace del Friuli Venezia Giulia), con la collaborazione del Comune di Udine e delle numerose associazioni della rete di “Terre Lontane Mondi Vicini” di Udine, l’appuntamento prevede gli interventi dell’assessore Reitani e di don Pierluigi Di Piazza, responsabile dell’associazione Centro di Accoglienza “E. Balducci” onlus. Oltre a raccogliere adesioni all’iniziativa, l’incontro si propone di spiegare cos’è la Marcia per la pace e cosa significa oggi lavorare per la pace.

 Definita dallo slogan “Abbiamo bisogno di un’altra cultura!”, questa nuova edizione della Marcia per la pace intende invitare tutti, cittadini e istituzioni, a promuovere una nuova scala di valori, sostituendo la cultura della violenza e della guerra con la cultura della pace, dei diritti umani e della nonviolenza, l’esclusione con l’accoglienza, l’intolleranza con il dialogo. Il cammino preparatorio della Marcia in quest’ultimo anno, cui hanno partecipato anche numerose realtà che nella nostra regione fanno riferimento alla rete di “Terre Lontane Mondi Vicini”, è stato finalizzato al raggiungimento di una serie di obiettivi comuni alle diverse realtà, istituzioni e associazioni sul tema della pace, quali il contrasto degli atteggiamenti di violenza, l’apertura delle comunità locali a valori di solidarietà e di pace, la promozione dell’impegno dei giovani per la pace e per i diritti umani.

 Per le associazioni e per tutti i cittadini della provincia di Udine interessati a partecipare all’iniziativa, le iscrizioni e le adesioni alla Marcia della Pace Perugia-Assisi del 16 maggio potranno essere effettuate presso il CeVi, Centro di Volontariato Internazionale, in via Torino 66 (Tel. 0432/548886, e_mail: info@cevi.coop) oppure presso il Centro di Accoglienza Ernesto Balducci,  in piazza della Chiesa 1, a Zugliano di Pozzuolo del Friuli (tel 0432 560699 e-mail: segreteria@centrobalducci.org).