In programma il 28 maggio 2012

Udine capitale della prossima
Giornata mondiale del gioco

Il sindaco Honsell, in qualità di presidente di GioNa,
e il presidente nazionale dell’Uisp Filippo Fossati hanno firmato
un protocollo d’intesa per la realizzazione dell’iniziativa

Parte da Udine la corsa alla prossima Giornata mondiale del gioco, in programma il 28 maggio 2012 in centinaia di città italiane e del mondo. Giovedì 6 ottobre, nella sede della ludoteca comunale in via del Sale, il sindaco di Udine Furio Honsell, in qualità di presidente dell’associazione nazionale delle Città in gioco (GioNa), e il presidente nazionale dell’Unione italiana sport per tutti (Uisp) Filippo Fossati hanno firmato un protocollo d’intesa per la promozione e l’organizzazione dell’iniziativa.

“Siamo felicissimi – ha spiegato Fossati – di firmare questo accordo, perché il gioco è il principio ispiratore di tutte le nostre attività. Il nostro obiettivo, infatti, è portare lo sport alla dimensione di ogni cittadino, riconsiderando la concezione di sport prestazione a sport persona. Oggi – ha precisato – si tratta di riprendere con forza la filosofia ispiratrice della Uisp. Con questa firma, parte un messaggio per una nuova ripresa dell’attività del gioco come fondamentale e importante impegno sociale”.

Un obiettivo condiviso anche dal sindaco e presidente nazionale di Giona, Honsell, per il quale “il diritto al gioco e allo sport è un messaggio che ci impegnamo arrivi a tutti. A Udine, da anni cerchiamo di promuovere questi valori di inclusione sociale attraverso il gioco. Poterli ora trasferire anche a livello nazionale è per noi emozionante. Per questo – ha concluso – sono convinto che la firma di oggi segni il primo passo verso una sempre più proficua collaborazione tra Giona e Uisp”.

La Giornata mondiale del gioco, celebrata in tutto il mondo, intende riaffermare il diritto al gioco sancito dall’art. 31 della Convenzione Internazionale sui diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza. In questa occasione bambini, famiglie, adulti e anziani di ogni Paese sono invitati a trascorre insieme significativi momenti di gioco a casa, a scuola o sul luogo di lavoro e a trovare il tempo e lo spazio per dedicarsi a se stessi e agli altri, riscoprendo il divertimento fatto di cose semplici e di veri contatti umani.

In città questa ricorrenza viene celebrata ormai da diversi anni a cura del Ludobus comunale con la collaborazione di enti, scuole e associazioni del territorio che condividono le finalità dell’evento. “Udine ha la presidenza di GioNa, l’associazione delle città in gioco – sottolinea ancora Honsell – e anche per questo c’è un forte impegno nella promozione del gioco anche come stile di vita sano ed equilibrato. Per il futuro stiamo pensando di imitare le Marche promuovendo una legge regionale sul diritto al gioco”.

Con l’accoro siglato oggi GioNa si impegnerà, attraverso i Comuni e le Province associate, a promuovere e favorire l’organizzazione di eventi ludici e ricreativi, mentre Uisp si adopererà affinché i propri Comitati Territoriali si rendano promotori della Giornata Mondiale del Gioco e collaborino attivamente con gli enti locali per l’organizzazione di eventi ludici e ricreativi.

Entrambe le associazioni, inoltre, si attiveranno per promuovere e sviluppare iniziative comuni nel campo della promozione dei diritti, dell’educazione, della salute e del tempo libero volte a favorire il benessere dei cittadini, nel rispetto del principio di equità al fine di rimuovere le disuguaglianze sociali.