Dal 26 al 28 settembre
al palaindoor di Paderno

Tutti a scuola di sport
con il progetto “Moviti”

Oltre 1.500 ragazzi e una sessantina di classi si ritrovano per la fase
finale degli interventi di animazione e attività sportiva a scuola

Oltre 1.500 bambini e ragazzi a scuola di sport per tre giorni ricchi di sano divertimento. Il progetto “Moviti”, il piano di interventi di animazione e attività sportiva a scuola e presso gli impianti sportivi comunali, entra nella sua fase finale con un programma di attività che da mercoledì 26 a venerdì 28 settembre porterà una sessantina di classi delle scuole secondarie di primo grado e delle 4^ e 5^ delle scuole primarie al palaindoor di Paderno per sperimentare diverse discipline sportive. Tante le associazioni e le federazioni sportive coinvolte in queste tre giornate, coordinate dall’Asd Prima Scuola Pallavolo e impegnate a offrire originali e divertenti attività per avvicinare i ragazzi alla pratica sportiva.

Alla prima giornata di mercoledì, dedicata alle scuole primarie, hanno partecipato 22 classi e oltre 500 alunni, che si possono già rivedere nelle foto pubblicate sul sito www.moviti.it. “Moviti” continuerà nelle prossime settimane con lo svolgimento di ore di animazione sportiva portate nelle classi delle scuole direttamente da esperti delle società aderenti. Il progetto, ideato dal Comune di Udine e realizzato dall’associazione sportiva Prima Scuola Pallavolo in collaborazione con tutte le scuole primarie e secondarie di primo grado della città e con 25 associazioni e 9 federazioni sportive, mira a promuovere e valorizzare, attraverso un articolato programma di interventi, la diffusione della pratica sportiva, con particolare riguardo alla dimensione educativa e partecipativa della stessa. Complessivamente sono circa 3.800 gli alunni delle scuole che partecipano alle attività di “Moviti”. Un’iniziativa che deriva direttamente dai principi della “Carta dei diritti dei ragazzi e delle ragazze che fanno sport”, scritta dal Consiglio comunale dei Ragazzi e adottata dal Consiglio comunale cittadino.



Tags: