Giovedì 7 marzo alle 17 alla Casa della Contadinanza

Tumuli funerari protostorici
in Friuli, una conferenza

Il primo di tre appuntamenti organizzati in collaborazione
con l’Associazione universitaria archeologica di Udine

Giovedì 7 marzo alle 17 alla Casa della Contadinanza sulla piazza del Castello di Udine, Elisabetta Borgna e Paola Càssola Guida dell’università di Udine, nell’ambito del ciclo di conferenze dedicato alla Protostoria in Friuli, terranno una conversazione dal titolo “Paesaggio ancestrale in Friuli”, affrontando il tema dei tumuli funerari di età protostorica. Attraverso la presentazione dei dati degli scavi sistematici dell’ateneo udinese a S. Osvaldo, alla periferia di Udine, e a Mereto di Tomba, queste tombe monumentali verranno interpretate nel quadro del popolamento della pianura friulana durante le più antiche fasi dell’età del bronzo, quando costituivano un importante elemento dell’universo rituale e simbolico di gruppi che andavano formando comunità via via più coese e popolose. Oltre a offrire testimonianza dell’esistenza di personaggi alla guida di gruppi che verosimilmente praticavano il culto degli antenati, questi monumenti presentano importanti indizi di pratiche funerarie comuni a gruppi di genti che, sia pure in regioni molto distanti tra loro – tra l’area alpina, l’Istria e la Dalmazia fino all’ambito egeo -, erano unite da una fitta rete di comunicazioni marittime lungo le rotte adriatiche.

Il ciclo di conferenze, che proseguirà il 21 e il 28 marzo, è stato organizzato in occasione dell’apertura del nuovo Museo Archeologico nel Castello di Udine in collaborazione con l’Associazione Universitaria Archeologia Udine, il sodalizio che riunisce giovani archeologi universitari e che, attraverso una convenzione con il Museo Archeologico, hanno partecipato attivamente alle diverse attività preparatorie all’allestimento del museo e che dopo un percorso di formazione, si cimenteranno anche nel ruolo di guide per gruppi di adulti e per le scuole.