La giunta ha approvato il progetto definitivo

Torre dell’Orologio,
via libera al restauro

L’intervento si affianca ai lavori di restauro e valorizzazione della
loggia di San Giovanni: entrambi i progetti verranno realizzati nel 2011

Il Comune si prepara a intervenire sulla Torre dell’Orologio di piazza Libertà con lavori di consolidamento, finitura e restauro. Il progetto definitivo, approvato dalla giunta il 7 settembre, prevede in particolare il risanamento delle murature e degli intonaci delle volte del loggiato e delle facciate nord, est e sud della struttura.

È previsto inoltre il ripasso della copertura della torre stessa con la sostituzione di alcune lastre eccessivamente usurate. Per quanto riguarda la parte interna all’edificio si interverrà con opere di consolidamento delle volte in cotto del primo e secondo livello e dei quattro solai in legno con la sostituzione dell’orditura delle travi e mettendo in sicurezza collegamenti strutturali dei solai alla murature perimetrali. Tra le opere interne rientra anche il rifacimento della scala in legno che collega i vari piani e il recupero dei serramenti in legno, oltre a interventi minori riguardanti fornici, portelle, intonaci, corde e contrappesi dell’orologio. Per l’intervento di restauro e consolidamento della Torre dell’Orologio il Comune investirà complessivamente 400 mila euro. “Con questo progetto – sottolinea l’assessore alla Gestione Urbana Gianna Malisani – il Comune conferma il suo impegno nella conservazione delle bellezze architettoniche della città e di piazza Libertà in particolare. L’intervento si affianca al restauro della loggia di San Giovanni e segue una serie di lavori di rigenerazione del terrapieno e di pulizia dei manufatti in pietra eseguiti negli ultimi due anni su tutta l’area della piazza”. Il progetto sulla loggia di San Giovanni, approvato lo scorso aprile con un investimento di 750 mila euro, riguarda in particolare lavori il superamento delle barriere architettoniche e la valorizzazione interna della struttura. Come l’intervento sulla Torre dell’Orologio, anche quello sulla loggia sarà eseguito nel 2011. Costruito tra il 1532 e il 1565, il loggiato di S. Giovanni costituisce assieme alla Loggia del Lionello e al Castello il complesso monumentale più significativo e rilevante della città. Il restauro della loggia si pone un duplice obiettivo: risanare e adeguare l’edificio e dare nuova vita al terrapieno antistante, spesso trasformato in scenario di eventi e manifestazioni, oltre che meta di turisti e visitatori. Con questa finalità, dunque, il progetto prevede il recupero dei vani esistenti. I tre piani in cui è articolata l’ala sud saranno serviti dalla scala in pietra ridisegnata in modo da garantire il collegamento dei vari piani tra loro (e con servizi igienici al primo piano). Il progetto inoltre prevede il risanamento delle murature, dei solai in legno e del manto di copertura, il recupero dei manufatti in pietra, il risanamento dei pavimenti in legno e in pietra, il restauro o il rifacimento dei serramenti in legno. Completano l’intervento la realizzazione di nuovi impianti elettrici e speciali come l’impianto di rilevazione incendi e quello antintrusione.