Il sindaco ha incontrato Federconsumatori e Adiconsum

Tassa sui rifiuti, Honsell:
“Siamo andati il più possibile incontro ai cittadini”

Dopo la sentenza della Corte costituzionale che vieta di applicare l’Iva
alla Tia ma che non ne abolisce il pagamento da parte dei Comuni

rifiutiDopo la sentenza della Corte costituzionale, che vieta di applicare l’Iva alla Tia ma che non ne abolisce il pagamento da parte dei Comuni, “siamo andati incontro il più possibile ai cittadini, accollandoci quasi la metà dei costi. In questo modo gli udinesi nel 2010 pagheranno meno i rifiuti, perché sulla bolletta si troveranno una riduzione pari al 4%”. Il sindaco Furio Honsell, insieme agli assessori al Bilancio, Vincenzo Martines e alla Qualità della città, Lorenzo Croattini ha voluto incontrare i rappresentanti di Federconsumatori e Adiconsum per illustrare loro la decisione della giunta e garantire la massima disponibilità al confronto.

“La sentenza – ha spiegato Honsell – ci obbliga a trasformare la tariffa in tassa, ma non elimina automaticamente l’Iva, visto che il Comune comunque è tenuto a versarla allo Stato. I costi dunque rimangono invariati e la nostra decisione è stata quella di accollarceli il più possibile, per questo il 4% in più lo pagherà il Comune, mentre alla Net abbiamo chiesto di sobbarcarsi un ulteriore 3% di aumento che sarebbe stato causato nel 2010 dai costi per il personale e per il gasolio”. In questa fase di transizione, inoltre, sarà molto importante capire anche come si muoveranno le altre realtà, sia in regione sia nel resto dell’Italia. “Su questo tema è importante che i Comuni e le associazioni di consumatori lavorino insieme – ha sottolineato Honsell – per questo motivo ci sentiremo costantemente con Federconsumatori e Adiconsum per monitorare le altre realtà e cercare di arrivare a decisioni il più possibile omogenee sul territorio regionale”.

Oltre ad illustrare la decisione della giunta, nel corso dell’incontro si sono toccati anche i temi del rimborso dell’Iva e in generale del rapporto con le associazioni dei consumatori. “Avremo dovuto incontrarci prima della decisione di giunta e soltanto a causa delle scadenze molto strette non è stato possibile” ha detto il sindaco al presidente di Federconsumatori, Wanni Ferrari e al rappresentante di Adiconsum, Dino Pontisso, garantendo che per il futuro ci sarà la “massima disponibilità a condividere le tematiche più rilevanti e a confrontarsi più spesso”. Il Comune ha garantito il suo impegno anche sulla questione del rimborso dell’Iva per gli anni passati, una delle tematiche che le associazioni hanno più a cuore. “Monitoreremo con attenzione tutta la questione del pregresso – ha assicurato l’assessore Croattini – e saremo fianco a fianco con le associazioni per esplorare possibilità di rimborso ai cittadini”. Come scritto anche nella delibera di giunta, infine, le decisioni potranno essere modificate nel caso in cui il legislatore nazionale emani normative attuative del principio stabilito dalla Corte costituzionale.



Tags: ,