Anche negli ultimi giorni gli operatori del Comune
sono intervenuti in una ventina di strade

Strade, squadre comunali
sempre all’opera

Il sindaco Honsell: “Fino a quando continua a piovere con questa
intensità e frequenza non si possono fare interventi radicali"

Anche questa settimana proseguono i lavori di riparazione delle strade da parte delle squadre del Comune di Udine, nuovamente operative già dalle 8 di lunedì 17 febbraio. Gli operatori comunali stanno lavorando in particolare sulle ultime segnalazioni ricevute anche in seguito alla nuova ondata di piogge che nelle ultime ore si sono abbattute sul territorio cittadino. In particolare sono stati richiesti interventi in via Martignacco (altezza pizzeria Pinguino), in via Val Aupa. in via Daniele Moro/Savorgnana, nel sottopasso di via Selvuzzis, alla rotonda di piazzale Chiavris e alla rotonda di via Gonars.

Prima del weekend, tra giovedì 13 e venerdì 14 febbraio, le squadre del Comune hanno preso in carico e risolto un’altra ventina di criticità segnalate dai cittadini in via Afro (angolo XXV Aprile), piazzale Cavedalis (angolo Da Vinci), via Tavagnacco, via Monte Rotondo, via D’Artegna, via Caduti del Lavoro, via Europa Unita, via della Vigna, viale delle Ferriere, piazzale Chiavris (rotonda), via San Daniele, via Bassi, piazzale Diacono, via Santa Giustina, via Marsala, viale Duodo, via della Faula-via Leonardo da Vinci. A questi lavori va aggiunto un intervento in via Poscolle da parte della squadra di reperibilità del Comune, eseguito nella serata di venerdì 14 febbraio. Da lunedì 17 febbraio, inoltre, sono al lavoro, proprio con le squadre di manutenzione stradale, i primi tre lavoratori socialmente utili per il 2014. Tre operatori in più che garantiranno un contributo molto importante, specialmente in questo momento in cui le strade sono messe a dura prova dal maltempo.

“Fino a quando continua a piovere con questa intensità e frequenza – spiega il sindaco di Udine, Furio Honsell – non si possono fare interventi radicali, che prevedono la “scarificazione” del manto stradale e il risanamento del sottofondo. Quello che possiamo fare è intervenire quotidianamente con il “plastocold” per riempire le buche che si formano. Chiediamo quindi un po’ di pazienza ai cittadini fino a quando le condizioni meteorologiche non consentiranno interventi permanenti”.