Si completa un altro passaggio
in vista della ristrutturazione

Stadio Friuli,
la stima è di 28,1 milioni di euro

La stima dell’impianto è uno dei passaggi fondamentali per la definizione
del canone del diritto di superficie da applicare all’Udinese in vista dei lavori

Prosegue l’iter definito dal Comune di Udine per la ristrutturazione dello stadio Friuli. L’Agenzia del Territorio, a cui era stata affidata la perizia di stima dell’impianto sportivo, ha determinato il valore dello stadio in 28,1 milioni di euro. La valutazione, relativa all’intero complesso, ha tenuto conto dei costi diretti e indiretti di acquisto dell’area, dei costi diretti e indiretti di costruzione, del valore di riproduzione a nuovo, degli oneri finanziari, oltre che del deprezzamento dovuto al deterioramento e all’obsolescenza funzionale ed economica dell’impianto.

“Si completa un’altra tappa del percorso che porterà alla ristrutturazione dello stadio – sottolinea il sindaco di Udine Furio Honsell –. Anche per questo passaggio abbiamo voluto assicurare la massima trasparenza affidando la stima a un istituto terzo che è garanzia di imparzialità come l’Agenzia del Territorio. Ora speriamo di acquisire anche la valutazione della Corte dei Conti per proseguire nel percorso”.

La relazione di stima del valore dell’impianto sportivo rappresentava uno dei passaggi fondamentali del percorso per la definizione del canone del diritto di superficie da applicare all’Udinese in vista dei lavori di realizzazione del nuovo stadio. Quest’ultimo importo sarà determinato infatti sottraendo dal valore del complesso sportivo la cifra relativa all’investimento sostenuto dalla società bianconera e dividendo poi il risultato per il numero di anni della concessione (al netto delle giornate che l’amministrazione comunale si riserva per l’utilizzo dell’impianto per concerti o manifestazioni).