La consegna del premio è prevista per gioevdì 19 settembre a Bolzano

Sostenibilità, il Comune vince
il “Klimaenergy award 2013”

Domani 19 settembre a Trieste il Comune di Udine sarà protagonista
anche del convegno “Emas e Friuli Venezia Giulia tra presente e futuro”

Il Comune di Udine si conferma un punto di riferimento a livello nazionale nel campo della sostenibilità ambientale ed energetica. Il capoluogo friulano si è aggiudicato infatti il “Klimaenergy Award 2013” per la categoria dei Comuni tra i 20 e i 150 mila abitanti. Il premio, bandito da Fiera Bolzano insieme con la Fondazione Cassa di risparmio di Bolzano e in collaborazione con la Provincia Autonoma di Bolzano, il Ministero dell’Ambiente,il TIS innovation park, Legambiente, Eurac research, Anci e Acri, sarà consegnato giovedì 19 settembre a Bolzano. “Questo riconoscimento è un motivo di grande orgoglio per la nostra amministrazione – sottolinea il sindaco di Udine, Furio Honsell –, perché dimostra come Udine sia ormai una città all’avanguardia a livello nazionale nel campo della sostenibilità ambientale ed energetica”. Il capoluogo friulano ha ottenuto il prestigioso riconoscimento “grazie alle misure intraprese dall’amministrazione comunale per incrementare l’efficienza energetica e per produrre energia da fonti rinnovabili”.

Ma non solo perché il Comune di Udine sarà protagonista, insieme con Emas Club Fvg, anche del convegno tematico “Emas e Friuli Venezia Giulia tra presente e futuro”, in programma sempre giovedì 19 settembre alle 11.40 nella sala Maggiore della Camera di commercio di Trieste, in piazza della Borsa. Parteciperanno all’incontro diversi enti e aziende, tra i quali anche i soci fondatori dell’Emas Club Fvg: i Comuni di Pasiano di Pordenone, Porcia e Prata di Pordenone, la Camera di commercio di Trieste, l’azienda agricola “Valle del Lovo”, lo studio Romanelli Ambiente e Territorio e le ditte Edipower spa (nucleo idroelettrico di Udine), Battel Commerciale ed Eurofins consulting. L’Emas Club Fvg, nato nell’aprile scorso, è un’iniziativa che si propone di valorizzare l’importanza dei sistemi di gestione ambientale per migliorare l’efficacia delle azioni dell’amministrazione comunale nel raggiungimento degli obiettivi di sostenibilità che l’ente si è dato, sia in campo ambientale che energetico.

Il convegno sarà aperto dalla segretaria e coordinatrice del comitato scientifico del sodalizio, Agnese Presotto, cui seguiranno l’intervento del presidente di Emas Club Fvg, Roger Neri, e un quadro sullo stato di fatto dell’Emas in regione da parte dell’Arpa. Alle 12.30 è previsto l’intervento del sindaco di Udine, Furio Honsell, sull’esperienza delle amministrazioni, mentre il segretario generale della Camera di commercio di Trieste, Stefano Patriarca, presenterà il bando “un logo per l’Emas Club”. I lavori si chiuderanno alle 13.30 con l’intervento di chiusura del presidente Neri. A livello nazionale il Comune di Udine è uno dei soli quattro capoluoghi di provincia ad aver ottenuto la certificazione Emas, insieme con Belluno, Mantova e Ravenna. “La sostenibilità ambientale ed energetica è uno dei principi su cui si fonda la nostra Amministrazione – sottolinea il sindaco Honsell –. Una città dove è alta la qualità della vita deve avere anche un sistema gestionale di pari livello. Un modo per contrastare la recessione – conclude Honsell – è sviluppare competenze in questi settori innovativi”.

Il Comune di Udine ha ottenuto la registrazione Emas (Sistema di ecogestione e di verifica ambientale) da parte del Ministero dell’Ambiente nel dicembre 2012, attraverso un percorso durato tre anni e cominciato nel 2008. Una certificazione con la quale al Comune di Udine viene riconosciuto un concreto impegno nel ridurre l’impatto ambientale di processi e servizi dell’ente. La registrazione Emas permette di definire requisiti e obiettivi di miglioramento per inserire concretamente l’ambiente tra le variabili strategiche e consente di organizzare, migliorare e comunicare le proprie performance ambientali, contribuendo così alla diminuzione dell’inquinamento ambientale e, grazie ad un utilizzo più efficiente delle risorse, ad un abbattimento delle spese.



Tags: