Dopo aver valutato richieste, segnalazioni,
istanze di cittadini e categorie

Smog, aggiornato
il Piano di azione comunale

Negli aggiornamenti sono state introdotte alcune deroghe,
oltre a quelle già previste, alle limitazioni alla circolazione veicolare

La giunta comunale ha concluso il primo periodo di sperimentazione. Dopo aver valutato richieste, segnalazioni, istanze di cittadini e categorie, e dopo aver sentito il parere anche della Polizia Locale, ha quindi aggiornato il Piano di Azione Comunale contro i fenomeni acuti di inquinamento dell’aria.

Negli aggiornamenti sono state introdotte, infatti, alcune deroghe, oltre a quelle già previste, alle limitazioni alla circolazione veicolare. In particolare:

– gli automezzi per il trasporto di persone e di merci con motore diesel, omologati Euro 0, Euro 1, Euro 2 ed Euro 3, se dotati di filtro antiparticolato (FAP) riportato nella carta di circolazione;

– i ciclomotori e motocicli omologati Euro 0 ed Euro 1, se dotati di motore a benzina a 4 tempi

– i possessori di veicoli che dimostrino, con autocertificazione, l’effettiva necessità di accedere all’area vietata per effettuare operazioni di carico e scarico all’interno della stessa;

– i veicoli condotti da possessori di posto auto in area privata situato nella zona delle limitazioni (la titolarità deve essere attestata mediante apposita dichiarazione sostitutiva trasmessa alla Polizia Locale ed esibita su richiesta degli organi di controllo nel più breve percorso di ingresso e uscita).

– i veicoli condotti da titolari di abbonamento di parcheggio in struttura, la cui titolarità dovrà essere attestata con le medesime modalità.

– veicoli condotti da coloro che prestano assistenza a persone portatrici di impedimenti fisici dovuti anche a malattia transitoria e ai minori di anni sei residenti nell’area delle limitazioni (tale necessità deve essere attestata mediante apposita dichiarazione sostitutiva, trasmessa alla Polizia Locale ed esibita su richiesta degli organi di controllo).