Sabato 26, dalle 9 alla Tiepolo una conferenza

Si conclude la settimana
di “Nati per leggere”

Dopo tanti appuntamenti per i bambini, è tempo di dedicare un incontro
per genitori, nonni, insegnanti, bibliotecari e pediatri

“Tutti…nati per leggere. Sapere perché, quando e come leggere ai bambini  da 0 a 6 anni”. Sarà questo il tema dell’incontro in programma sabato 26 novembre alle 9 presso l’auditorium dell’ex-scuola “G.B. Tiepolo” in via del Pioppo 55 a Udine.Un appuntamento che chiude la 4^ settimana regionale di “Nati per leggere” ed è organizzata dalla sezione Ragazzi della biblioteca civica “V.Joppi” in collaborazione con i servizi per la prima infanzia del Comune di Udine e con il Centro Salute del Bambino. Dopo i tanti appuntamenti per più piccoli, che nell’arco di una settimana hanno potuto godere di incontri, letture, laboratori e molto altro, è ora tempo di dedicare un incontro a genitori, nonni, educatrici di nido, insegnanti, bibliotecari, pediatri e aspiranti lettori volontari.

Nel corso della conferenza sono previsti gli interventi di Giorgio Tamburlini, pediatra e presidente del Centro per la salute del bambino, di Alessandra Sila, educatrice e coordinatrice regionale di “Nati per leggere”, e di Luca Zalateu, regista e docente nei corsi di lettura. A coordinare la mattinata saranno la pediatra Anna Comelli e Marzia Plaino responsabile alla sezione ragazzi della Joppi.

“Nati per leggere” è un progetto nazionale che ha trovato un largo consenso anche in Friuli Venezia Giulia, coinvolgendo centinaia di biblioteche, pediatri, nidi, scuole, associazioni, animatori ed educatori in innumerevoli attività tra cui le “ore delle storie” realizzate dai lettori volontari. La mission di questo progetto è principalmente la crescita più armoniosa dei bambini grazie all’ascolto di fiabe e storie, fin dal primo anno di vita. È ormai dimostrato dalla scienza infatti, che l’esposizione in età precoce alla narrazione contribuisce al miglior sviluppo della rete neuronale e favorisce parallelamente l’elaborazione cognitiva e l’evoluzione della sfera emozionale ed affettiva. Un adulto che legge le storie ai bambini regala loro la fiducia di essere amati e protetti ed insegna il valore delle parole e dei sentimenti.