L’amministrazione comunale
ha presentato alla Regione 4 progetti

Servizio Civile Solidale,
Udine partecipa al bando regionale

Otto giovani dai 16 ai 17 anni residenti in regione saranno impiegati presso il PuntoInforma,
la Ludoteca comunale, i centri di aggregazione giovanile e l’ufficio “Città Sane”

Otto posti per offrire ad altrettanti giovani la possibilità di maturare una prima esperienza nel mondo del lavoro e della pubblica amministrazione. Il Comune di Udine aderisce al bando regionale per il Servizio Civile Solidale con quattro progetti rivolti a ragazzi e ragazze italiani e stranieri di 16 e 17 anni residenti in Friuli Venezia Giulia. Anche quest’anno palazzo D’Aronco intende dare la possibilità ai giovani di fare un’esperienza di volontariato in diversi ambiti: culturale, sociale, di salvaguardia del patrimonio ambientale, artistico e di animazione. “Un’esperienza di servizio come questa rappresenta un’occasione di crescita personale, sociale e professionale – sottolinea l’assessore allo Sport, all’Educazione e agli Stili di Vita, Raffaella Basana – soprattutto in un momento storico in cui è molto importante il tempestivo contatto con il mondo del lavoro e sono valorizzate sempre più le competenze trasversali, le abilità sociali, le specificità dei percorsi individuali di formazione”.

I quattro progetti presentati dall’amministrazione comunale, che dovranno essere approvati dalla Regione, permetteranno al Comune di accogliere due giovani volontari ciascuno, per complessivi otto posti a disposizione. Due giovani saranno inseriti all’interno dei due centri di aggregazione e partecipazionePunto Incontro Giovani” e “Officine Giovani” per svolgere attività di aggregazione spontanea, gioco, laboratori creativi. I compiti dei volontari saranno di animazione di ragazzi/e 11-14 anni, di relazione con adolescenti e di collaborazione con gli educatori nella realizzazione di occasioni di aggregazione sul territorio (240 ore). Altri due giovani volontari saranno impiegati presso il PuntoInforma del Comune a sostegno delle attività di informazione e promozione degli eventi culturali estivi (240 ore).

Altri due posti saranno disponibili presso l’ufficio di Progetto O.M.S. “Città Sane”, con compiti di supporto organizzativo nella realizzazione di iniziative ed eventi di promozione della salute in città, nella preparazione di materiale informativo e pubblicitario, in attività di inserimento dati per la valutazione di progetti (360 ore). Giochi e attività ludiche attendono infine altri due volontari presso la Ludoteca Comunale e il Ludobus con compiti di supporto organizzativo nell’ambito delle attività svolte dagli animatori del Ludobus e servizio pomeridiano presso la struttura della Ludoteca in via del Sale (n. 360 ore). L’impegno richiesto sarà generalmente di 4-5 ore giornaliere e la Regione assicurerà un assegno mensile ai volontari, nonché la copertura assicurativa. I progetti prevedono anche una fase formativa, oltre all’esperienza sul campo. I bandi con tutte le informazioni necessarie per presentare domanda saranno pubblicati nei prossimi mesi una volta che i progetti saranno stati accolti dalla Regione.