Martedì 15 maggio alle 20.30
al Visionario il primo appuntamento

Ripartono gli appuntamenti
con la rassegna “Biomovies”

Il ciclo di incontri organizzato dal Museo Friulano di Storia Naturale propone tre
documentari che spazieranno dall’ecosistema del Danubio alle foreste della Finlandia

Il Museo Friulano di Storia Naturale, in collaborazione con il Centro Espressioni Cinematografiche di Udine, rinnova anche quest’anno il tradizionale appuntamento con “Biomovies”, il ciclo di proiezioni a carattere naturalistico. Tre filmati, tutti in programma al cinema Visionario con orario di inizio alle 20.30, porteranno il pubblico ad immergersi nella dinamica e nella fragilità di due straordinari ecosistemi europei, il corso del Danubio e le foreste della Finlandia, per poi condurlo ad osservare dall’alto, attraverso un volo ideale, l’intero pianeta e le complesse relazioni fra gli organismi che lo popolano. L’iniziativa proporrà filmati di grande suggestione, con riprese video innovative e spettacolari, in grado di coinvolgere il pubblico invitandolo a una riflessione sul delicato equilibrio degli ecosistemi naturali.

Il primo appuntamento è in programma martedì 15 maggio con “Natura nella corrente – Il Parco del Danubio”, di Franz  Hafner (Austria  2010, 53’), un documentario dedicato al fiume Danubio, capace, con le sua forza creatrice di nuovi e peculiari habitat e le sue dinamiche fluviali, di garantire risorse preziose per il mondo naturale e condizioni uniche per lo sviluppo della biodiversità in tutta l’Europa centrale. Si prosegue poi con “Home”, di Yann Arthus-Bertrand (2009, 90’), spettacolare video che attraverso riprese sorprendenti e di altissima qualità, racconta lo stato attuale della Terra e le ripercussioni future che la interesseranno. L’appuntamento è in programma per giovedì 17 maggio.

A chiudere il ciclo di incontri sarà, martedì 22 maggio, il filmato “Scandinavia selvaggia – Finlandia”, di Oliver Goetzl (Germania 2011, 48’). Un documentario in grado di raccontare per immagini una Finlandia in cui acqua e foreste si alternano e si compenetrano come in un mosaico, e capace di ospitare, nelle aree più vicine al confine russo, scenari particolarmente selvaggi, che hanno come protagonisti anche animali rari come orsi, lupi e linci. In questo suggestivo documentario sarà possibile assistere ad alcuni comportamenti di queste specie mai filmati prima d’ora. Gli incontri, tutti a ingresso libero, saranno presentati da Massimo Buccheri, Paolo Glerean e Maria Manuela Giovannelli del Museo Friulano di Storia Naturale. Per informazioni: Museo Friulano di Storia Naturale (tel. 0432 584711 – mail mfsn@comune.udine.it).