Martedì 25 ottobre Conai, Comune e Net "scendono" in piazza

Riciclo e raccolta
differenziata di qualità

Nel 2010 ogni cittadino della provincia di Udine ha raccolto
e differenziato circa 93,4 chili di rifiuti di imballaggio

Martedì 25 ottobre, dalle ore 10 alle 18, nelle vie del centro cittadino, il Comune di Udine ospita “Raccolta 10 Più”, tappa dell’educational tour promosso da CONAI – Consorzio Nazionale Imballaggi e dal Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, in collaborazione con ANCI, Associazione Nazionale dei Comuni Italiani. Il tour ha l’obiettivo di informare i cittadini su come fare la raccolta differenziata degli imballaggi in modo corretto, diventando così protagonisti di un migliore riciclo.

Una buona raccolta differenziata dei rifiuti di imballaggio (acciaio, alluminio, carta, legno, plastica, vetro), infatti, oltre al beneficio ambientale, permette ai Comuni di accedere ai corrispettivi previsti dall’accordo ANCI-CONAI: nel 2010, per esempio, nella provincia di Udine i rifiuti di imballaggio conferiti al Sistema Consortile CONAI sono stati 45.631 tonnellate. Ogni cittadino ha raccolto quindi93,4 kg di imballaggi e i corrispettivi riconosciuti dal sistema consortile per i quantitativi raccolti sono stati di 4.523.102 Euro.

Secondo una stima di CONAI, un comune di 100.000 abitanti, con una raccolta differenziata complessiva intorno al 45%, può arrivare a ricevere corrispettivi pari a circa 1 milione di euro per la raccolta degli imballaggi in prima fascia di qualità, ovvero  quattro volte tanto l’importo che percepirebbe se la raccolta degli stessi fosse in terza fascia.

“Con ‘Raccolta 10 Più’ – commenta Roberto De Santis, presidente CONAI –  ci impegniamo quest’anno a raggiungere tutti i cittadini italiani per instaurare un dialogo diretto e spiegare come, grazie a un piccolo impegno quotidiano finalizzato al miglioramento della qualità della raccolta, sia possibile migliorare il riciclo degli imballaggi e, al contempo, permettere al proprio Comune di ottenere benefici economici derivanti dai corrispettivi più elevati previsti dall’accordo ANCI-CONAI. Grazie alla collaborazione tra enti locali, cittadini e Sistema Consortile, nel 2010 l’Italia ha raggiunto i migliori risultati di sempre: il riciclo complessivo ha raggiunto il 64,6% dell’immesso al consumo e ormai il ricorso in discarica è sceso al 25%”. 

CONAI metterà dunque a disposizione di tutti i cittadini il “Decalogo della Raccolta Differenziata di Qualità”. Alcune biciclette con il logo “Raccolta 10 Più” percorreranno le vie della città, distribuendo il Decalogo e invitando  i cittadini a partecipare all’evento. Verrà inoltre distribuito un questionario sulle abitudini familiari in materia di raccolta differenziata, cui i cittadini saranno chiamati a rispondere.

L’educational tour, alla sua seconda edizione, coinvolge quest’anno tutta l’Italia toccando dal 4 al 29 ottobre i  20 capoluoghi di Regione, i 90 capoluoghi di Provincia e i Comuni italiani che hanno aderito alla manifestazione.

I Comuni interessati possono ancora aderire all’iniziativa attraverso il sito  www.raccolta10piu.it.

Sul sito si trova anche il concorso on line sul riciclo “Famiglia 10 Più”, che premierà la famiglia più virtuosa con la partecipazione ad una puntata di Domenica In.

“Udine – spiega il sindaco del capoluogo friulano, Furio Honsell – ha avviato tre anni fa la raccolta differenziata spinta e ora stiamo per raggiungere gli obiettivi europei. Il riciclo e la raccolta differenziata rappresentano un indice della civiltà dei cittadini. Ognuno di noi – conclude – deve assumersi la responsabilità del riciclo, del riuso e del ricupero. Per questo una gestione intelligente della raccolta differenziata è fondamentale”.

“Gli obiettivi generali di sostenibilità e quelli più specifici di riduzione di consumo di energia e materie prime e di raccolta differenziata – commenta l’Assessore comunale alla Qualità della Città, Lorenzo Croattini – si concretizzano in scelte quotidiane diffuse a cui tutti sono chiamati. La società che attua la raccolta dei rifiuti – prosegue – deve organizzare la raccolta tenendo presente questi obiettivi e gli enti e istituti devono assecondare tale organizzazione in uno spirito di reciproca collaborazione perché la sostenibilità è un obiettivo di tutti. Senza contare – precisa ancora Croattini – che anche da un punto di vista economico una corretta gestione dei rifiuti porta a risparmi, ma soprattutto permette di non lasciare in eredità a chi viene dopo di noi problemi da risolvere e discariche da bonificare”.

____________________________

 Conai

Conai è il consorzio privato senza fini di lucro costituito dai produttori e utilizzatori di imballaggi con la finalità di perseguire, in una logica di responsabilità condivisa fra cittadini, pubblica amministrazione, imprese, gli obiettivi di legge di recupero e riciclo dei materiali di imballaggio. In più di dieci anni, ha garantito il recupero del 75% dei rifiuti di imballaggio immessi al consumo, di cui il 64,6% sono stati riciclati e la restante parte avviata a recupero energetico.

(fonte: Hill & Knowlton Milan)