Sabato 13 aprile alle 11 in via Bariglaria

Riapre l’orto botanico
di Godia e Beivars

L’area didattica è gestita dall’associazione Alpi all’interno
dell’orto urbano inaugurato dal Comune di Udine nel 2011

Scoprire i segreti del mondo vegetale imparando a conoscere da vicino le piante spontanee da usare in cucina. Con l’arrivo della primavera l’orto botanico di via Bariglaria riapre a grandi e piccini e in particolare alle visite didattiche delle scolaresche. Sabato 13 aprile alle 11 l’area didattico-tematica di Godia e Beivars, gestita dall’associazione Alpi (Associazione allergie e pneumopatie infantili) di Udine, aprirà ufficialmente la stagione 2013 all’interno dell’orto urbano di via Bariglaria, inaugurato nel gennaio 2011 dal Comune di Udine e composto da 17 appezzamenti concessi a privati, scuole e associazioni. Tra queste ultime c’è appunto anche l’associazione Alpi, guidata dall’allergo pneumologo e pediatra Mario Canciani, che ha realizzato, lungo due fasce perimetrali, un orto botanico dedicato alle scolaresche e in generale a bambini e ragazzi. Qui si può scoprire una settantina di piante spontanee da usare in cucina e altrettante con proprietà curative utilizzate tradizionalmente nel nostro territorio.

L’iniziativa si propone di recuperare parte di quel patrimonio culturale che per secoli ha consentito all’uomo di ricavare sapientemente sostentamento dal mondo vegetale e che in questi ultimi decenni è stato ignorato a causa dei prodotti offerti dal mercato. Tutte le piante visibili nell’area didattica sono dotate di un cartellino plurilingue che le identifica, permettendo così ai bambini di imparare non solo a riconoscerle direttamente, ma anche a osservare i vari organi vegetali (radici, fusto, foglie, fiori, frutti, semi), avvalendosi dei propri insegnanti o di alcuni esperti volontari responsabili della gestione dell’orto.

A completamento del progetto l’associazione Alpi ha pubblicato un libretto-guida dell’orto botanico, ricco di informazioni, che verrà offerto a tutti coloro che saranno presenti alla cerimonia di apertura. L’orto botanico sarà liberamente visitabile tutti i giorni in cui l’orto urbano resterà aperto in occasione dei lavori agricoli degli assegnatari dei lotti. Un esperto di botanica sarà presente inoltre per visite guidate ogni venerdì, dalle 17 alle 19, fino al 20 settembre. Ulteriori informazioni sono riportate sul poster all’ingresso dell’orto o visitando il sito www.associazionealpi.com.