Palazzo D’Aronco riceverà
un “premio” di quasi 11 mila euro

Raccolta differenziata,
anche Udine tra i Comuni virtuosi

L’importo servirà all’acquisto, tramite Net, di 2.480 contenitori da 5 litri
per la raccolta degli oli vegetali domestici da distribuire ai cittadini

Anche palazzo D’Aronco figura tra i comuni “ricicloni” della Provincia di Udine. Per la prima volta, infatti, il Comune di Udine risulta tra i beneficiari degli incentivi erogati dalla Provincia di Udine a quelle amministrazioni nelle quelli, nell’anno 2010, la raccolta differenziata di rifiuti ha superato il 50% del totali. L’importo concesso al Comune di Udine è pari a 10 mila 958 euro. Un importo che, tramite Net, la partecipata del Comune per la gestione dei rifiuti, servirà all’acquisto di 2.480 taniche da 5 litri per la raccolta degli oli vegetali domestici. Nei prossimi mesi, le taniche verranno distribuite gratuitamente, fino ad esaurimento, ai residenti che ne faranno richiesta alla Net, la quale comunicherà le modalità e i tempi di distribuzione.

“Si tratta di un risultato importante – commenta il sindaco di Udine, Furio Honsell – che conferma la nostra politica di sostenibilità, ma anche di educazione alla sostenibilità presso tutta la cittadinanza”.

Sessantasei le amministrazioni comunali beneficiarie del “premio” provinciale, alle quali viene corrisposto un contributo calcolato in relazione al numero degli abitanti e alla percentuale di raccolta differenziata realizzata sul territorio. Importo che, come espressamente inserito nella delibera della Giunta provinciale approvata a marzo scorso, le amministrazioni comunali beneficiarie dovranno utilizzare in via prioritaria per l’acquisto di contenitori per la raccolta dei residui oleosi di tipo domestico.

“Fa piacere – dichiara l’assessore comunale all’Ambiente, Enrico Pizza – che la Provincia abbia riconosciuto gli sforzi di questa amministrazione nella raccolta differenziata. Teniamo presente – prosegue –  che in base ai dati fornitici da Net, grazie all’impegno profuso in questi ultimi due anni la raccolta differenziata è arrivata nel 2012 al 66%. Segno evidente – conclude – della sempre maggiore sensibilità ecologista dei cittadini e all’efficientamento prodotti dalla Net”.

Per quanto riguarda le percentuali di raccolta differenziata in testa alla classifica elaborata recependo i dati validati forniti dal Servizio regionale del Catasto dei Rifiuti, c’è il comune di Buia che, nel 2010, ha raggiunto l’83,36% di raccolta differenziata, seguito da Rivignano (82,53%), Pavia di Udine (82,15%), Pasian di Prato (81,80%), Flaibano (81,58%), Osoppo (81,27%) e Buttrio (80,98%). Top ten diversa se si considera l’importo dei contributi erogati. Al primo posto il comune di Codroipo che percepirà un incentivo pari a 13 mila 980 euro, in seconda posizione Tavagnacco al quale sono stati riconosciuti 12 mila 708 euro, 12 mila 298 invece verranno trasferiti al Comune di Pasian di Prato e 10 mila 958 al Comune di Udine per un indice di raccolta differenziata, nel 2010, accertato a quota 53,27%.