Visite guidate ogni lunedì alla Gamud e ogni giovedì alle Gallerie del Progetto

Proseguono le mostre “Negli spazi del sacro”

In esposizione la personale dedicata a Massimo Poldelmengo (Gamud) e il progetto
a cui ha collaborato per la chiesa del Sacro Cuore di Gesù di Baragalla (palazzo Morpurgo)

Continua, fino al 30 agosto, presso la sala didattica della Gamud, la mostra personale “Massimo Poldelmengo. Negli spazi del sacro”. Dopo le antologiche dedicate a Gian Carlo Venuto e a Walter Bortolossi, infatti, l’artista pordenonese espone la sua produzione più recente nel contesto del ciclo espositivo “Questo l’ho fatto io!”.Richiamando la poetica dell’arte povera e impiegando materiali come il legno, il ferro e il vetro, Poldelmengo dà vita a oggetti e installazioni di sicura suggestione. I suoi temi ricorrenti hanno connotazioni evocative: le “Scale curve”, per esempio, alludono all’ascesa della materia verso la luce, mentre i “Libri”, dalle pagine in ferro e vetro graffite, mostrano scritture e simboli arcani. La mostra documenta inoltre l’ultima ricerca dell’artista sul tema sacro. In particolare, riunisce gli studi e i progetti per gli arredi sacri della chiesa di Baragalla a Reggio Emilia per la quale Poldelmengo sta realizzando la vetrata dell’abside, il fonte battesimale, la custodia eucaristica e il leggio.

E proprio a tale iniziativa è dedicata l’altra sezione della mostra, “Negli spazi del Sacro. Chiesa del Sacro Cuore di Gesù di Baragalla a Reggio Emilia” allestita presso le Gallerie del Progetto di Palazzo Morpurgo fino al 29 agosto. Qui viene presentato il progetto vincitore del concorso indetto dalla Cei per la chiesa emiliana vinto dall’architetto pordenonese Davide Raffin in collaborazione, tra gli altri, proprio con Massimo Poldelmengo Con il patrocinio dell’Ufficio Beni Culturali dell’Arcidiocesi di Udine, compaiono in mostra gli arredi sacri destinati alla nuova chiesa di Baragalla, attraverso disegni preparatori e modelli, tra cui il fonte battesimale, le tavole del progetto architettonico del complesso parrocchiale, dal concorso all’esecutivo, dagli schizzi di studio ai modelli. Il progetto è stato premiato in quanto sul piano liturgico evidenzia un interessante impianto complessivo, ben articolato e flessibile. Dal punto di vista architettonico, esso interpreta lo spazio sacro facendosi carico dei linguaggi della contemporaneità, ricorrendo all’uso della luce come elemento architettonico, riproponendo inoltre i documenti del precedente edificio, e in particolare il monumentale rilievo in ceramica con il Sacro Cuore di Lucio Fontana, e la Via Crucis di Angelo Biancini. La Chiesa, l’unica a essere stata finanziata in questo biennio, è attualmente in fase di realizzazione, e il progetto, presentato lo scorso anno in Vaticano, viene proposto a Udine in anteprima regionale.

In occasione delle due esposizioni sono previste delle visite guidate gratuite alle mostre e alle collezioni, i lunedì alle ore 17 alla Gamud e i giovedì, sempre alle 17, alle Gallerie del Progetto. Inoltre, i visitatori delle Gallerie del Progetto con biglietto intero o ridotto riceveranno un coupon per il ritiro di un biglietto omaggio valido per la visita della sala didattica della Gamud e  viceversa. Per informazioni: PuntoInforma 0432 414717 o Gamud 0432 295891 o Gallerie del Progetto 0432 414719.