Presentate le proposte educative per il 2012-2013

Progetto “SAVÊ”, nuova edizione
con 3.500 alunni e 800 classi

Sette le sezioni tematiche, dal gioco alle tradizioni, dallo sport
all’arte, fino a cittadinanza, linguaggi, salute e sicurezza

Sono ben 3.500, per circa 800 classi, gli alunni che anche quest’anno parteciperanno alle numerose iniziative proposte dal Comune di Udine nell’ambito del progetto “SAVÊ – Scuele, Ative, Vierte, Educative” (Scuola Attiva, Aperta, Educativa). Anche  per l’anno scolastico 2012-2013 l’amministrazione comunale mette a disposizione delle scuole dell’infanzia, primarie e secondarie di primo e secondo grado della città un ricco programma di proposte educative, progetti ed eventi, raggruppati in 7 sezioni tematiche: cittadinanza e partecipazione, arte e territorio, gioco e sport, salute e sicurezza, storia e tradizioni, scienza-ambiente ed energie, linguaggi e comunicazione. L’iniziativa è stata presentata oggi 26 settembre a palazzo D’Aronco dal sindaco Furio Honsell, dall’assessore all’Istruzione Kristian Franzil e dal responsabile gruppo programma annuale proposte educative in rete, Francesco Passarino.

“In un momento di grave recessione economica come quello attuale – ha sottolineato il sindaco di Udine Furio Honsell –, cui si aggiunge una riduzione dei finanziamenti statali alle scuole, diventa ancor più importante investire su una formazione d’eccellenza. È quello che ha cercato di fare il Comune di Udine, potenziando l’offerta di questi percorsi educativi e arginando quanto più possibile la complessità burocratica del servizio”. Gli uffici comunali, che in questi giorni stanno ricevendo le ultime richieste di partecipazione, si preparano a registrare anche quest’anno l’adesione di una novantina di scuole, per un totale di circa 3.500 alunni e 800 classi. “Prosegue il processo di razionalizzazione dell’offerta di percorsi educativi – ha precisato Franzil –, grazie al quale quest’anno siamo riusciti a garantire maggiore coerenza tra i vari progetti. Confermiamo quindi un ampio ventaglio di importanti interventi formativi semplificandone però la proposta e migliorandone quindi la fruibilità”.

Per presentare più nel dettaglio agli insegnanti le varie proposte educative inserite nel programma, dall’1 al 5 ottobre gli uffici comunali offriranno una serie di appuntamenti nelle diverse sedi coinvolti dalle attività di “SAVÊ”: l’ufficio Progetti Educativi (tel 0432 271739) dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle 18 del 1° ottobre a palazzo Morpurgo, in via Savorgnana 12, il museo friulano di Storia Naturale (tel. 0432 584721) dalle 15 alle 18 del 1° ottobre a palazzo Morpurgo, in via Savorgnana 12, la biblioteca civica- sezione Ragazzi (tel. 0432 / 271585), dalle 15 alle 19 del 1° ottobre in piazza Marconi 8, il Ludobus (tel. 0432 271677-Ludoteca 328 1003174) dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle 18 del 2 ottobre nella Ludoteca di via del Sale 21, il museo Etnografico (tel. 0432 271920) dalle 15 alle 18 del 2 ottobre, in via Grazzano 1, l’agenzia Politiche Ambientali (tel. 0432 271598) dalle 9 alle 12 del 2, 3 e 4 ottobre in via Stringher 14 (secondo piano), l’ufficio “Città Sane” (tel. 0432 271384) dalle 15 alle 18 del 4 ottobre in via Sottomonte 34, la polizia locale (tel. 0432 271324) dalle 15 alle 18 del 5 ottobre in via Girardini 24. L’intera offerta del progetto “SAVÊ” è consultabile attraverso un pratico catalogo on line, a disposizione sull’home page del sito internet istituzionale (www.comune.udine.it) o direttamente alla pagina dedicata (www.comune.udine.it/save).

 

PROGRAMMA “SAVÊ” 2012-2013

Nel complesso sono 9 gli uffici comunali coinvolti nel programma di attività educative: l’Agenzia Giovani, la biblioteca civica “V. Joppi”, l’ufficio di progetto “Città Sane”, il Ludobus, il museo friulano di Storia Naturale, la polizia locale, l’ufficio Progetti educativi 3-14 anni, i Civici Musei e l’ufficio Emas.

Agenzia Giovani. Attiva 5 proposte educative per la maggior parte indirizzate alle scuole superiori e con temi che vanno dall’orientamento post-diploma ai comportamenti a rischio, dall’accoglienza in classe alle dinamiche di gruppo con metodi di “peer education”. In particolare “Dammi un 5. Che scoperta!” si rivolge alle scuole primarie e medie del territorio della 2^ circoscrizione per valorizzare le risorse culturali dell’associazionismo locale.

Biblioteca civica Joppi-sezione Moderna e Ragazzi. Il tema portante di quest’anno è la Legalità esplorata, raccontata e interpretata attraverso letture, documenti audiovisivi e il coinvolgimento attivo secondo le diverse fasce d’età. Inoltre a grande richiesta ritornano gli “Ambasciatori delle storie” per portare ai più piccoli il piacere di ascoltare le storie migliori. Una novità sarà il percorso sul leone di San Marco, un pretesto per indagare le tracce  storico-artistiche di questa effigie anche nella nostra città. Infine i 150 anni della casa editrice Salani offriranno lo spunto per rinnovare l’interesse per i migliori libri per ragazzi pubblicati nelle sue prestigiose collane.

Ufficio di progetto “Città Sane”. Propone diversi progetti che riguardano la prevenzione e la salute dei cittadini a cominciare dai più giovani che si impegnano ad andare a scuola a piedi con il progetto “Pedibus”. Confermato anche il “Contratto della Merenda”, l’iniziativa che punta a portare una merenda sana a scuola, in particolare frutta e verdura. Per i ragazzi delle superiori invece spazio ad attività dedicate alla prevenzione dei comportamenti a rischio e all’educazione alla sessualità.

Ludobus. Tredici proposte per valorizzare il gioco nelle sue molteplici forme, come spunto per avvicinare bambini e ragazzi in maniera ludica ai più svariati argomenti: tradizioni e intercultura, arte e immagine, linguaggi e simboli, sicurezza, ambiente, scienza e matematica creative. In particolare il gioco sarà strumento privilegiato per sviluppare tematiche legate alle buone pratiche e all’utilizzo delle energie del pianeta per le quali è prossima la realizzazione di un grande evento cittadino denominato “Energia in gioco”. Da quest’anno le proposte educative si arricchiscono di uno spazio dedicato, a disposizione dell’utenza, grazie all’apertura stabile della Ludoteca comunale, una vera e propria “Casa dei giochi” per bambini e adulti.

Museo friulano di Storia Naturale. Propone una serie di progetti educativi con lo scopo di far conoscere la realtà naturale del nostro territorio. Per poter approfondire le tematiche con un maggior coinvolgimento dei partecipanti saranno messi a disposizione delle scolaresche alcuni reperti delle varie collezioni. In particolare tra gli argomenti proposti nell’ambito delle scienze della terra sarà trattato il mondo dei cristalli in un affascinante viaggio nei colori e nelle forme dei minerali, e si potrà percorrere un itinerario alla scoperta dei fossili e dell’evoluzione degli esseri viventi. Attraverso l’analisi delle controverse teorie finora formulate, si potrà andare alla scoperta delle varie tappe dell’evoluzione umana, percorrendo tra l’altro un viaggio ad occhi chiusi nella preistoria durante il quale si potranno conseguire approfondimenti multisensoriali. Per conoscere e approfondire alcuni aspetti della botanica e della zoologia è prevista invece una serie di attività didattiche sulle forme e geometrie di piante e insetti, fra peculiarità e meccanismi evolutivi. In un altro percorso sarà inoltre possibile affrontare, in un avvincente dibattito a gruppi, il tema della sostenibilità e dell’utilizzo consapevole delle risorse. Infine, sotto la guida di esperti, sarà possibile scoprire la biodiversità di un corso d’acqua o conoscere la complessa interazione fra prede e predatori nei vertebrati.

Polizia locale. Il tema dell’educazione e della sicurezza stradale sarà sviluppato attraverso tre proposte educative modulate in base ai diversi gradi scolastici: “Studenti in pattuglia”, “A spasso con Quasar” e “Conquistiamo le regole del gioco”.

Progetti educativi 3-14 anni. Il progetto “Consiglio Comunale dei Ragazzi” viene riproposto completamente rinnovato per coinvolgere un gran numero di alunni e alunne nel vivo dell’attività con elezioni, forum e manifestazione conclusiva. Tra i percorsi educativi si possono citare “Udinènostra”, dedicato alla conoscenza del Comune, i “Percorsi Impossibili”, che promuovono l’uso della bici in città, “Dall’affronto al confronto”, dedicato alla cura delle competenze relazionali all’interno delle classi, ma anche l’originale “Kram”, che ricostruisce il viaggio per l’Europa di un cramâr, “PopStar”, che illustra alcune tradizioni popolari friulane, “Quando passa l’orso Baldo”, che cura l’espressività dei bambini attraverso l’illustrazione per l’infanzia, e “School trekking”. Il progetto Moviti concluderà il suo percorso con una ricca proposta di manifestazioni sportive. Inoltre, in convenzione con l’Istituto Bearzi saranno proposti i percorsi “Robotica educativa”, “Da grande farò il meteorologo” e “Micromondi”.

Civici Musei. Come sempre i Civici Musei presentano un ampio panorama di attività riguardante l’arte antica e moderna, l’architettura del Novecento, l’archeologia, la storia cittadina e le tradizioni popolari. Giambattista Tiepolo sarà ancora protagonista in castello, non solo per le opere permanentemente conservate presso la Galleria d’Arte Antica, ma anche grazie alla mostra La seduzione del colore. Giambattista Tiepolo e Paolo Veronese che si aprirà presso il Salone del Parlamento dal 17 novembre 2012. L’arte moderna e contemporanea troverà ampio spazio a Casa Cavazzini dove il nuovo allestimento museale permetterà di avviare percorsi di riflessione sulle tecniche, sulle forme e sui colori dell’arte di oggi. Al museo Etnografico del Friuli saranno presentate varie attività che riguardano i giochi, le ceramiche, il calendario, le piante e il suono. Entro l’anno, inoltre, è prevista la riapertura in castello del museo Archeologico e di quello del Risorgimento le cui collezioni presentate in allestimenti completamente rinnovati, accoglieranno i giovani visitatori con tante nuove attività e proposte didattiche.

Ufficio Emas. Nel percorso educativo verranno trattati argomenti finalizzati alla conoscenza dell’energia, con particolare riferimento alle fonti energetiche (fossili e rinnovabili), alle forme e alle trasformazioni dell’energia. Durante una serie di incontri si forniranno esempi di tecnologia ad alta efficienza e per l’utilizzo di fonti rinnovabili con particolare riferimento alle iniziative comunali (progetto MAN, teleriscaldamento, fotovoltaico, illuminazione a Led, turbine idrauliche, ecc. ).