Sabato 29 marzo alle 8.30
al parco del Cormor

Prevenzione, torna la staffetta
della Lilt “Arrivo prima io”

Parteciperanno alla corsa benefica 73 staffette, 34 delle quali
formate da studenti di diversi istituti scolastici udinesi e friulani

Gli studenti udinesi corrono per mettere in moto la prevenzione. Dopo il successo delle scorse edizioni torna anche quest’anno la staffetta della solidarietà “Arrivo prima io”, l’iniziativa benefica organizzata dalla sezione udinese della Lega italiana per la lotta contro i tumori (Lilt) e dall’istituto Stringher. Sono 132 gli allievi e le allieve delle classi terze, quarte e quinte delle scuole secondarie di secondo grado della città e della provincia che sabato 29 marzo alle 8.30 si ritroveranno al parco del Cormor per partecipare all’evento, una prova non competitiva sulla distanza di 1,1 chilometri da ripetere per un totale di quattro frazioni.

Alla conferenza stampa di presentazione dell’iniziativa, che si è svolta mercoledì 26 marzo a palazzo D’Aronco, erano presenti gli assessori comunali Simona Liguori ed Enrico Pizza, l’assessore provinciale Elisa Battaglia, il presidente della Lilt di Udine, Eddi Rota, la dirigente scolastica dell’istituto Stringher, Anna Maria Zilli, oltre a rappresentanti della protezione civile, del Panathlon Udine e degli sponsor della manifestazione. Erano presenti all’incontro anche il presidente della delegazione di Udine dell’Accademia Italiana del Peperoncino, Giuseppe Loguercio, e il segretario dell’Accademia, Marco Catania, che per l’occasione hanno consegnato alla Lilt un nuovo defibrillatore acquistato grazie alle donazioni raccolte nel corso delle ultime iniziative.

Complessivamente parteciperanno alla gara 73 squadre, 34 delle quali saranno formate da studenti degli istituti scolastici Copernico, Marinelli, Malignani, Bearzi, Uccellis, Marinoni, Ceconi, Stringher, Zanon e Manzini di San Daniele. “Ringrazio la Lilt per il suo straordinario impegno nel promuovere la cultura della prevenzione – sottolinea il sindaco di Udine Furio Honsell – . Da parte sua il Comune è impegnato a tutti i livelli, anche in campo internazionale, per promuovere stili di vita sani, e siamo pertanto molto lieti di poter contribuire alla realizzazione di questa lodevole iniziativa”.

In gara anche altre 39 staffette per un totale di 156 corridori tra docenti di vari istituti scolastici e rappresentanti del Comune e della Provincia di Udine, del Genio Guastatori, del Panathlon Udine, del CUS Udine, dell’Olimpic Sailing Team, degli amici Lilt, dei supporter dell’Udinese e della rappresentativa nazionale Freesbee. “Questa quarta edizione della staffetta Lilt – sottolinea il presidente della Lilt di Udine, Eddi Rota – è la prova di quanto sia ormai sempre più consolidato il rapporto con le scuole superiori della provincia. Desidero esprimere un sentito grazie a tutti coloro che hanno voluto contribuire alla riuscita di questa manifestazione ma soprattutto all’amministrazione comunale che da anni ci supporta in tutte le nostre iniziative dedicate alla prevenzione”.

Alla corsa, organizzata con il sostegno del Comune e della Provincia di Udine, dell’Accademia Italiana del peperoncino Onlus e degli sponsor Arteni, Sapore mediterraneo, Solagro Frutta, Pomis, Romagna Coppe e Grafiche Rabachin, parteciperanno studenti e studentesse, docenti e rappresentative sportive della città organizzati in squadre di 4 atleti. Il cronometraggio sarà effettuato dai tecnici della Federazione italiana cronometristi, con la collaborazione dei docenti di educazione fisica dell’istituto Stringher. “Con questa iniziativa, per la quale ringraziamo la Lilt – commenta l’assessore alla Salute, Simona Liguori – chiediamo ai nostri cittadini udinesi di “arrivare primi” nella consapevolezza della propria salute, nel volersi bene e nell’avere a cuore la prevenzione di alcuni tumori, quali quello della mammella e del colon, che se diagnosticati in tempo consentono di avere salva la vita o di essere sottoposti a terapie non demolitive”.

Alla realizzazione dell’evento contribuiranno anche il pronto soccorso della Sogit, presente con ambulanza e defibrillatore, i medici volontari della Lilt, e la protezione civile, che garantirà l’allestimento degli spogliatoi. L’Accademia Italiana del Peperoncino e gli allievi dell’istituto Stringher predisporranno inoltre un punto di ristoro all’interno dell’area della manifestazione. Per effettuare un versamento libero le scuole e le squadre partecipanti potranno rivolgersi alla segreteria dell’evento, collocata vicino all’area di partenza. Le scuole e le squadre che effettueranno il versamento verranno iscritte sul Lilt Udine come “Scuole/squadre amiche della prevenzione”.