Dal 15 ottobre, sono entrate in vigore
le limitazioni alla circolazione all'interno del ring

Polveri sottili: probabili
sforamenti in arrivo

L'Arpa prevede valori di pm10 oltre
la soglia fino a giovedì 19 ottobre

polveriL’Agenzia Regionale per la Protezione dell’Ambiente ha comunicato al Comune di Udine che nei prossimi giorni e almeno fino a giovedì 19 ottobre è probabile il superamento del valore limite stabilito dalla normativa per le polveri sottili (50 µg/mc come media giornaliera). Già nella giornata di venerdì 13 ottobre le centraline di via Cairoli avevano rilevato un primo, contenuto sforamento con un valore medio giornaliero di 55 µg/mc di pm10. Per questo motivo il Comune di Udine informa che scattano le misure previste dal Piano di azione comunale per il contenimento dell’inquinamento atmosferico e la riduzione degli agenti inquinanti nell’aria. Normalmente in questi casi, oltre al consueto invito a ridurre l’uso dei automezzi privati, scatterebbe l’obbligo di abbassare da 20 a 18° le temperature medie impostate internamente agli edifici. Di fronte però al caldo inconsueto che sta caratterizzando questi giorni tale invito risulta superfluo.

Per quanto riguarda invece la circolazione dei veicoli, come previsto dalle misure strutturali del Piano di azione comunale, da ieri, 15 ottobre, sono entrate in vigore le limitazioni relative ai soli mezzi più vecchi e inquinanti. Fino al 31 marzo 2018, infatti, dalle 16 alle 20 i veicoli a benzina euro 0 e 1, diesel 0, 1, 2 e 3 e ciclomotori e motoveicoli 0 e 1, non potranno circolare all’interno del ring cittadino, con l’esclusione, tra gli altri, dei residenti nell’area interessata al divieto. In caso di violazione la sanzione prevista è di 164 euro, con una riduzione del 30% (114,80 euro) se il pagamento avviene entro 5 giorni. Tutte le deroghe e le limitazioni previste dal Piano antismog sono consultabili sul sito internet del Comune di Udine (www.comune.udine.gov.it).

 

#news