Lunedì 14 marzo nell’ellisse
napoleonica di piazza Primo Maggio

Pi greco day:
Udine centra il record mondiale

L’impresa è riuscita grazie a 768 bambini, ragazzi e adulti che hanno
formato la sequenza numerica umana del Pi greco più lunga del mondo

Udine ha centrato il record della sequenza numerica umana del Pi greco più lunga del mondo. Una catena di 768 bambini, ragazzi e adulti si sono dati appuntamento in piazza Primo Maggio lunedì 14 marzo, giornata internazionale del Pi greco, per far entrare il capoluogo friulano nella storia del Guinness dei primati.

A dare inizio alla sequenza dei decimali del π 3,14 il sindaco Furio Honsell insieme con gli assessori Kristian Franzil, Gianna Malisani ed Enrico Pizza.

“Udine è capofila italiana della “Festa del Pi greco” – spiega il primo cittadino –, un evento nato nel 1988 a San Francisco e che noi abbiamo lanciato nel capoluogo friulano nel 2009 come prima iniziativa del genere organizzata direttamente da un ente locale in Italia. Lo scopo – prosegue Honsell – è coinvolgere tutte le fasce della popolazione facendo cogliere l’aspetto ludico, ma non troppo, della matematica perché c’è sempre più bisogno di cittadini consapevoli e capaci di usare gli strumenti del pensiero scientifico e matematico”.

Nell’ellisse napoleonica di piazza Primo Maggio, a tenersi per mano ognuno con la propria maglietta contraddistinta da un numero della sequenza, c’erano 768 studenti di sei scuole udinesi e una addirittura proveniente da Conegliano. Complessivamente hanno partecipato all’evento 15 classi della scuola Fermi, 18 della Manzoni, 1 della Ellero, 4 dell’istituto professionale Stringher, 1 della scuola primaria paritaria Nostra Signora dell’Orto, 1 del liceo scientifico Marinelli e 1 del centro di formazione professionale Enaip di Conegliano. “Siamo particolarmente soddisfatti – continua Honsell – di aver centrato il record mondiale portando in piazza centinaia di bambini e ragazzi, mostrando loro come con la matematica si possa imparare giocando. Un motivo d’orgoglio in più per la nostra città”.

La correttezza delle procedure che hanno portato a stabilire il record mondiale è stata certificata da tre giudici della sezione di Udine dell’associazione Mathesis, che ha collaborato all’organizzazione dell’evento a fianco del Comune. Grazie al contributo del Gruppo Despar – Eurospar – Interspar, inoltre, a tutti i partecipanti è stata fornita gratuitamente una maglietta numerata che ha permesso di formare la catena umana da record. Ora la parola passa al Guinness World Records, l’ente londinese cui spetta l’omologazione ufficiale dell’avvenuto primato mondiale, ultimo passaggio per l’iscrizione del capoluogo friulano nell’albo dei record.

“Dalla prima partecipazione – spiega l’assessore alle Politiche giovanili Kristian Franzil – il numero dei partecipanti è cresciuto in modo notevole, a testimonianza del fatto che queste iniziative sono molto apprezzate”. Nell’arco della giornata proseguono infatti i numerosi eventi organizzati per il terzo Pi greco day di Udine, con la gara di Pi greco a memoria (alle 15 in sala Ajace), la conferenza “Pi greco e dintorni” (alle 17 in sala Ajace) e la proiezione del film Agorà (alle 21 al Visionario).

L’iniziativa è realizzata dall’ufficio Ludobus del Comune di Udine in collaborazione con la sezione di Udine di Mathesis, la Federazione nazionale gioco “Othello”, il Centro espressioni cinematografiche (C.E.C.) e il gruppo Despar.



Tags: