Grazie a un’iniziativa della ditta ART&GRAFICA

Parco del Cormor, posizionata
una nuova cartellonistica turistica

Due impianti di informazione turistica offrono informazioni sui
percorsi ciclabili e le caratteristiche ambientali della Valle del Cormor

Dalle caratteristiche ambientali della valle del Cormor ai percorsi ciclabili che la attraversano, fino alle piante e agli animali che si possono incontrare. Da alcuni giorni il parco del Cormor può contare su due nuovissimi impianti di cartellonistica turistica grazie ai quali i visitatori e i frequentatori possono approfondire la propria conoscenza dell’area e migliorarne la fruizione.  Sui pannelli è riportata la cartografia della valle del Cormor, all’interno della quale sono stati ricavati tre “ingrandimenti” dedicati alla specifica area del parco del Cormor, con l’indicazione dei percorsi interni ed esterni e in particolare delle piste ciclabili. I frequentatori dell’area potranno inoltre scoprire le caratteristiche ambientali della valle del Cormor, comprese la flora e la fauna tipiche di questa particolare zona.

L’impianto principale di informazione turistica è collocato nella zona di accesso centrale al parco ed è dotato di dispenser dal quale si possono già prelevare gratuitamente guide informative bilingue. Un impianto più piccolo è stato posizionato invece in prossimità del nuovo ingresso al parco dal cimitero dei Rizzi. L’iniziativa è stata proposta e curata dalla ditta ART&GRAFICA di Santa Maria La Longa nell’ambito del progetto “Ciao in” con il patrocinio del Comune di Udine. Numerose le aziende e gli enti che hanno voluto sponsorizzare la stampa del materiale con un proprio contributo.

I contenuti dei pannelli informativi sono stati redatti dal museo friulano di Storia Naturale e dal Servizio Infrastrutture 1 del Comune di Udine. “Ringrazio la ditta per l’offerta fatta al Comune, il museo friulano di Storia Naturale per il lavoro di ricerca e il Verde pubblico per avere coordinato questa operazione a costo zero per il Comune di Udine – sottolinea l’assessore all’Ambiente e alla Mobilità Enrico Pizza –. Vista la scarsità di fondi mi auguro che questa prima iniziativa possa inaugurare un nuovo modello virtuoso di collaborazione tra pubblico e privato per promuovere la rete ciclabile della città e le bellezze naturalistiche del nostro territorio”.