Via libera della giunta alla perizia suppletiva di variante dei lavori

Palazzo Andriotti, ok alle modifiche
della Soprintendenza

Nel corso dei lavori di ristrutturazione era emersa la necessità
di eseguire alcuni interventi non previsti dal progetto e richiesti dalla Soprintendenza.

La giunta ha dato il via libera alla perizia suppletiva di variante dei lavori di adeguamento normativo, ottenimento del Certificazione di prevenzione incendi (Cpi), consolidamento strutturale e abbattimento delle barriere architettoniche della biblioteca civica Joppi. Nel corso dei lavori di ristrutturazione di palazzo Andriotti, infatti, è emersa la necessità di eseguire alcuni interventi non previsti dal progetto e richiesti dalla Soprintendenza.Nel fabbricato in ristrutturazione, in particolare nella sala Corgnali di palazzo Andriotti, sarà dunque necessario spostare il vano ascensore, in quanto, nello spazio in cui era previsto inizialmente, sono stati messi in luce solai in legno e murature con decorazioni affrescate che dovranno essere salvaguardate. Per questo motivo, due elevatori prenderanno il posto dell’impianto ascensore previsto dal progetto: il primo a servizio della sezione Moderna della biblioteca per collegare il piano interrato al piano terra e il secondo per collegare il piano terra della sala Corgnali al primo piano del palazzo. Una modifica al progetto che ha già ottenuto il via libera della Soprintendenza. Inoltre, nell’area interessata dalla realizzazione del nuovo magazzino librario i sondaggi richiesti dalla Soprintendenza archeologica hanno messo in evidenza la necessità di realizzare una “berlinese” per garantire maggiore sicurezza dei fabbricati limitrofi e delle murature di contenimento del terrapieno che sono soggette a vincolo monumentale. La consegna dei lavori è avvenuta lo scorso 3 agosto e i lavori dovranno essere ultimati entro il prossimo 18 luglio. I costi complessivi dell’opera rimarranno comunque pari a un milione 978 mila euro.