C'è tempo fino al 9 dicembre
per presentare domanda

Oltre 100 mila euro
di contributi per il volontariato

Via libera dalla giunta a due avvisi pubblici per l'erogazione
di finanziamenti ad associazioni e iniziative con finalità sociali

Dalle politiche per le famiglie a quelle per le pari opportunità, dal contrasto di tutte le forme di emarginazione alla prevenzione e al recupero dalle dipendenze. Sono diversi i settori di intervento e i soggetti che il Comune punta a sostenere con uno stanziamento di oltre 100 mila euro da destinare a iniziative e associazioni dedicate a finalità sociali, promuovendo così il ruolo delle organizzazioni di volontariato. La giunta comunale ha approvato la pubblicazione di due avvisi pubblici, entrambi con scadenza fissata al 9 dicembre 2011, per l’erogazione di contributi destinati al mondo del volontariato. Il primo bando mette a disposizione complessivamente 35 mila euro per il sostegno di specifiche iniziative a carattere sociale, senza scopo di lucro, da realizzarsi entro il 2011.

Al tempo stesso l’amministrazione comunale punta a supportare, attraverso un secondo avviso pubblico, l’attività continuativa delle organizzazioni di volontariato attive sul territorio. In questo caso i fondi a disposizione sono 65.500 euro, da erogare a parziale copertura delle spese sostenute dalle diverse associazioni per lo svolgimento delle proprie attività. Numerose le aree tematiche incluse nei due bandi: politiche per le famiglie (sostegno della genitorialità, della maternità e della nascita); promozione dei diritti e delle pari opportunità per l’infanzia e l’adolescenza; politiche per le persone anziane (finalizzate a garantirne l’autonomia, l’autosufficienza e la partecipazione sociale); iniziative per la rimozione di ogni forma di discriminazione e mancanza di pari opportunità; politiche per la prevenzione e il recupero delle persone con problemi di dipendenza da sostanze legali e illegali; tutela delle persone con problemi di salute mentale; politiche per le persone a rischio di emarginazione sociale (prevenire ogni forma di emarginazione); reinserimento sociale abitativo e lavorativo di persone detenute o ex detenute; azioni per la presa in carico delle persone senza fissa dimora.

I due avvisi pubblici saranno pubblicati nei prossimi giorni e conterranno tutte le indicazioni utili alla presentazione delle domande. A questi fondi, inoltre, si aggiungono altri 4 mila euro da destinare a specifiche iniziative di prevenzione e promozione di stili di vita sani. “È un fondo che prima non esisteva – spiega l’assessore ai Servizi sociali Antonio Corrias – e che ci permetterà di sostenere trasversalmente le tante iniziative realizzate in città su questo tema”. Per informazioni ci si potrà rivolgere agli uffici comunali dei Servizi Sociali, in viale Duodo 77 (tel. 0432/271270).