Venerdì 9 luglio a Udine fino alle 2 di notte

Notte bianca, centro storico
pieno di musica, cultura e prodotti tipici

Si balla sul piazzale del Castello e in piazza S.Giacomo. Degustazioni in piazza Libertà. Riaprono i Giardini del Torso
Shopping fino alle 23.30 e parcheggi in struttura gratuiti tutta la notte

Venerdì 9 luglio a Udine la notte sarà bianca. Torna l’ormai tradizionale appuntamento che fino alle due di notte riempirà il capoluogo friulano di musica, cultura e divertimento per tutte le età. Anche quest’anno l’amministrazione comunale è riuscita a garantire una serata con

appuntamenti a 360 gradi, con la collaborazione Ersa, Confcommercio, Confartigianato, Consorzio Friuli Sapori e grazie al supporto di sponsor privati (Unipol Ugf assicurazioni, Galleria Bardelli srl, Prontoauto e Tecnoauto) nonché grazie alla partecipazione gratuita di associazioni quali Legambiente e Azzurra Danze.

L’evento, che costerà all’amministrazione comunale quasi 20 mila euro, dei quali circa la metà garantiti da sponsorizzazioni, si concentrerà nel centro storico e spazierà dalla musica, presente nelle piazze Matteotti, Libertà e sul piazzale del Castello, alla cultura, con i musei aperti e le mostre visitabili, fino al divertimento per i bambini, che avranno a disposizione i giochi in via Mercatovecchio e la ludoteca in sala Ajace.

Ulteriore chicca della serata, la riapertura dei Giardini del Torso, che vengono finalmente restituiti alla città dopo la chiusura di tre anni a causa di un cantiere. I negozi, con la stagione dei saldi estivi appena avviata, rimarranno aperti fino a tarda ora e i parcheggi in struttura saranno gratuiti. Il programma dettagliato di tutti i luoghi della Notte Bianca udinese sarà disponibile nei prossimi giorni e scaricabile anche dal sito internet del Comune www.comune.udine.it.

La Notte Bianca è stata presentata dal sindaco Furio Honsell, dal vicesindaco e assessore al Turismo e alle Attività economiche Vincenzo Martines, dall’assessore alla Cultura, Luigi Reitani, alla presenza dell’assessore regionale alle Politiche agricole, Claudio Violino, di Pietro Cosatti, presidente del mandamento udinese di Confcommercio, di Mauro Damiani, direttore Confartigianato Udine servizi e di Mirko Bellini, direttore dell’Ersa. Erano presenti anche Pierluigi Pellegrini, direttore della Ssm, Alfonso Floreani di Legambiente e Simona Randaccio della Unipol. “Siamo soddisfatti – ha sottolineato il sindaco – perché anche in un periodo di vacche magre siamo riusciti a realizzare una Notte bianca di assoluto livello, in linea con gli eventi degli anni passati, grazie alla collaborazione e al contributo di tutti, dalla Regione alle associazioni di categoria, ai privati”. Gli ha fatto eco il vicesindaco Martines, che ha sottolineato la duplice valenza dell’evento, “da una parte dare una risposta al mondo del commercio e dell’artigianato che hanno la possibilità di accogliere le persone in occasione dei saldi, dall’altra offrire alle famiglie udinesi e non solo l’occasione di trascorrere una intera notte in città con spettacoli e animazione per tutti i gusti”. Senza dimenticare “la cultura, che – ha evidenziato l’assessore Reitani – si intreccia a più livelli con gli altri eventi”.

“Vogliamo promuovere un Rinascimento rurale – ha dichiarato l’assessore Violino – creando consapevolezza che esiste un’agricoltura in Friuli Venezia Giulia che è sì colpita dalla crisi ma che deve farsi conoscere perché garantisce una produzione di qualità e rappresenta il nostro orgoglio. Con questo auspicio l’Ersa non poteva far mancare la sua presenza perché Udine, in quanto capitale del Friuli, è l’emporio delle produzioni agricole e vogliamo che mantenga forte questo ruolo. Durante la Notte Bianca – ha concluso Violino – i consumatori potranno assaggiare i prodotti locali, a partire dal vino friulano, un alimento e non una sostanza psicotropa, che va consumato moderatamente ma che rappresenta anche la cultura dei luoghi che lo hanno prodotto”.

Musica per tutti i gusti in tre piazze. Le piazze che ospiteranno musica saranno tre. Sul piazzale del Castello i dj proporranno musica dalla dance alla house per far ballare i più giovani sotto le stelle, sul palco di piazza Matteotti dj e live band proporranno il ritmo dei grandi successi di sempre con la musica degli anni ’70-’80 per tutti gli appassionati del genere, mentre piazza Libertà avrà diverse proposte per intrattenere le famiglie. Per gli amanti della musica classica, invece, nella chiesa di San Pietro Martire alle 21.30 suonerà l’Orchestra mitteleuropea del Fondazione Luigi Bon.

Tutto il bianco in piazza Libertà. In particolare nell’area di piazza Libertà, l’Ersa allestirà “Il bianco dell’agricoltura” in cui ci sarà spazio per una decina di prodotti dell’agricoltura della regione che si distinguono per essere dei “tipici prodotti bianchi” rappresentativi dell’agroalimentare nostrano: dal latte alla ricotta, dal gelato al vino, solo per fare alcuni esempi. In piazza sarà presente anche il Movimento Turismo del vino che presenterà alcune aziende viti-vinicole della regione, con le loro migliori espressioni di vino Friulano più un altro bianco a loro scelta. “Sarà una vetrina per le aziende che potranno mostrare i loro prodotti – ha detto Mirko Bellini, direttore dell’Ersa – dal gelato di latte di pezzata rossa ai formaggi bianchi come lo stracchino, fino alla trota e al lardo, accompagnato su una polenta rigorosamente bianca”.

Musei e mostre aperti. Per valorizzare i tesori culturali della città, inoltre, durante la Notte Bianca saranno aperti e visitabili anche i musei udinesi e le mostre temporanee: in particolare ci saranno visite guidate a pagamento ai Civici musei con la mostra “Giambattista Tiepolo fra scherzo e capriccio. Disegni e incisioni di spiritoso e saporitissimo gusto” con degustazione finale del nuovo Amaro Nonino e sarà aperta anche la Galleria fotografica Tina Modotti nell’ex Mercato del pesce che inaugurerà proprio in questa occasione la mostra “Dall’Atelier alla Fabbrica. Fotografie dell’industrializzazione in Friuli 1905-1960”.

Per i bambini e le famiglie. Divertimento garantito anche per le famiglie nei luoghi ad hoc per i bambini. In via Mercatovecchio, grazie al supporto di Confcommercio, animazioni e giochi cominceranno già alle 18.30 e continueranno fino alle 23 per la gioia di grandi e piccoli. “Le famiglie sono ogni anno molto contente di questa iniziativa – ha detto Cosatti – e noi pensiamo che riportare le famiglie in città sia una delle chiavi vincenti per rilanciare il centro storico e il commercio udinese”. Nella sala Ajace di palazzo D’Aronco, inoltre, dalle 20 fino a mezzanotte, il Ludobus allestirà la ludoteca con giochi da tavolo per tutte le età. Nella corte di palazzo Morpurgo il Consorzio “Friuli vai dei sapori” organizzerà lezioni di cucina a pagamento coinvolgendo alcuni famosi chef della regione. Spazio anche alla danza grazie all’esibizione e alle coreografie di Azzurra Danze. “È importante creare e sostenere tutte le iniziative di collaborazione con il Comune e con Confcommercio per contribuire insieme allo sviluppo della città” ha sottolineato anche Damiani di Confartigianato.

Negozi aperti e parcheggi in struttura gratuiti. Aperti anche i negozi del centro fino alle 23.30 e i parcheggi in struttura gratuiti tutta la notte. Dalle 21 alle sette del mattino successivo si potrà parcheggiare gratuitamente nei parcheggi Magrini, Andreuzzi e largo Ospedale Vecchio. Legambiente e Net, infine, promuoveranno la raccolta differenziata in un punto informativo specifico.

Gli sponsor. La Notte Bianca viene realizzata con il contributo di alcuni sponsor. Oltre all’Ersa che provvede ad allestire piazza Libertà e ad offrire le degustazioni, Confcommercio si occuperà dell’animazione in via Mercatovecchio, Confartigianato co-finanzierà alcune spese per l’animazione nelle piazze, mentre Unipol Ugf assicurazioni, Galleria Bardelli srl e Prontoauto sosterranno economicamente l’evento.