La decisione approvata dalla giunta

Nel 2011 non aumentano le tariffe dei servizi cimiteriali
e della polizia municipale

Nonostante l’aumento dei costi delle forniture, le tariffe relative alle onoranze funebri
e dei servizi cimiteriali resteranno quelle del 2011. Praticamente identiche allo scorso anno anche quelle della polizia municipale

Nonostante l’aumento dei costi delle forniture, le tariffe relative alle onoranze funebri e dei servizi cimiteriali resteranno invariate anche nel 2011. Lo ha stabilito la giunta comunale, che ha deciso di rinnovare per altri 12 mesi il tariffario dei servizi funerari e cimiteriali erogati dal Comune. Non cambiano, quindi, i costi delle prestazioni normalmente legate a una cerimonia funebre: 340 euro per il funerale, 130 euro l’allestimento della camera ardente, 110 euro per l’automezzo portacorone.

Invariati anche i prezzi dei cofani mortuari (da 1.040 a 1.660 euro) e degli accessori, così come le concessioni cimiteriali (1.400 euro per un colombario al quarto piano, 210 euro per un loculo ossario singolo, 570 euro per un ossario multiplo).

Viene mantenuta la stessa tariffa anche per il servizio di cremazione (408 euro per i residenti, 455 euro per i non residenti). L’unico aumento riguarda le concessioni di posti salma in nicchia sotterranea, che passano da 1.800 a 2 mila euro. “Una scelta che deriva sia dalla necessità di allineare i prezzi a quelli dei colombari, sia dall’obiettivo di tutelare da un ampliamento delle aree cimiteriali – spiega l’assessore con delega ai Servizi Cimiteriali Lorenzo Croattini –. Le nicchie sotterranee rappresentano infatti la soluzione che richiede maggiore spazio e per questo la loro diffusione rischia di spingere verso un aumento delle superfici cimiteriali”.

Restano praticamente identiche allo scorso anno anche le tariffe della polizia municipale, adeguate di pochi centesimi in base al tasso di inflazione Istat. Tra i servizi svolti la vigilanza urbana c’è ad esempio il rilascio di copia del rapporto di incidente stradale, comprensivo di planimetrie stradali (23,50 euro), le scorte di trasporti eccezionali (8,30 euro al chilometro e per unità impegnata) o le prestazioni a favore di terzi (20,60 euro all’ora e a unità impegnata).