Un progetto realizzato dal Coni regionale
con il sostegno del Comune di Udine

“Movinfanzia” porta l’educazione
fisica nelle scuole dell’infanzia

Fino a giugno 2014 i tecnici del Coni formeranno
le insegnanti delle 17 scuole dell’infanzia cittadine

Sviluppare nel bambino le prime capacità motorie e sportive, abituandolo a coordinare in modo armonico il proprio corpo e le proprie emozioni, ed educare al movimento e all’attività fisica già nei primi anni di vita. Sono queste le premesse principali del progetto “Movinfanzia”, che nei prossimi mesi sarà realizzato nelle scuole dell’infanzia presenti in città dal comitato regionale del Coni con il sostegno del Comune di Udine. La giunta comunale ha approvato l’iniziativa nella seduta di oggi 26 novembre stanziando un fondo di 3.375 euro a copertura dei contributi da destinare al Coni.

“Le attività ludico-motorie in ambito scolastico – sottolinea l’assessore allo Sport, all’Educazione e agli Stili di Vita, Raffaella Basana – contribuiscono in modo significativo a una crescita sana ed equilibrata dei bambini, indirizzandoli al movimento e avviandoli a una duratura pratica sportiva anche per favorirne uno sviluppo armonioso del corpo. Nelle scuola dell’infanzia manca la figura dell’insegnante di educazione fisica e pertanto questo intervento del Coni è molto importante”.

Il progetto, che si avvarrà del supporto di uno staff tecnico composto da insegnanti di educazione fisica con competenze specifiche nell’attività motoria di base per la fascia d’età 3-12 anni, sarà realizzato nel periodo tra dicembre 2013 e giugno 2014, coinvolgendo le sezioni “Grandi” delle 17 scuole dell’infanzia cittadine per un totale di 135 ore di attività.

L’intervento partirà da un corso di formazione sull’attività motoria riservato alle insegnanti delle scuole. Successivamente l’iniziativa prevede una serie di lezioni pratiche dimostrative, da svolgersi in orario scolastico, tenute da un tecnico del Coni con la compresenza della maestra titolare della classe, per mettere in pratica i principi esposti nelle lezioni teoriche. Una volta completata la fase dimostrativa le insegnanti saranno protagoniste di un tirocinio guidato, gestendo, secondo le indicazioni ricevute, l’attività motoria della classe con l’assistenza e il sostegno di un tecnico del Coni, che verificherà i risultati ottenuti e analizzerà con l’educatrice l’attività didattica proposta. A conclusione del percorso ai bambini sarà proposta una festa finale dello sport, che tenendo conto delle capacità e del livello motorio raggiunto dai piccoli alunni, permetterà di sperimentare giochi e attività all’interno di un circuito. I docenti che hanno partecipato ai corsi di formazione saranno invitati inoltre a partecipare a un corso di aggiornamento di due giorni sull’attività motoria di base che si terrà presso il villaggio Getur di Lignano Sabbiadoro la prima settimana di settembre 2014.