Sabato 2 aprile nel corso del mercato

Mercato di viale Vat,
è arrivata l’energia elettrica

Le nuove torrette a scomparsa per la distribuzione dell’energia elettrica
consentiranno di eliminare i rumorosi e inquinanti generatori elettrici

Il mercato di viale Vat è dotato di elettricità. Con la consegna delle nuove colonnine per la distribuzione dell’energia elettrica, avvenuta sabato 2 aprile durante il mercato, si è concluso l’intervento di potenziamento dell’illuminazione pubblica del piazzale che ogni sabato ospita le bancarelle di viale Vat.

Da questo momento gli ambulanti avranno a disposizione 14 allacciamenti, distribuiti su due torrette a scomparsa, da utilizzare per l’energia elettrica e il riscaldamento, ed eliminando quindi i rumorosi e inquinanti generatori elettrici. Ciascuna utenza ha una potenza di 1 kw. All’interno del perimetro del mercato sono già stati predisposti i siti per altre 7 colonnine, che potranno essere collocate in base alle richieste delle singole bancarelle.

“È uno dei mercati più importanti e frequentati – sottolinea il sindaco di Udine Furio Honsell –. Proprio per questo sono molto soddisfatto di aver portato a termine un’opera che migliora notevolmente la fruibilità di tutta l’area mercatale, rispondendo nel contempo a un’esigenza particolarmente sentita soprattutto dagli ambulanti che trattano prodotti alimentari. Non da ultimo – prosegue – è un intervento che ci permette di eliminare l’inquinamento e il rumore prodotto dai generatori elettrici”.

Nell’ambito dello stesso progetto l’amministrazione comunale ha completato nei mesi scorsi anche il potenziamento dell’illuminazione pubblica del piazzale del mercato e delle zone adiacenti. “Oltre a migliorare i servizi a disposizione del mercato – spiega l’assessore con delega all’Illuminazione pubblica Enrico Pizza – abbiamo dato risposta a un problema di sicurezza avvertito dagli stessi residenti, che da tempo segnalavano lo scarso grado di illuminazione della zona”. L’intervento, realizzato dall’Amga, è costato complessivamente 80 mila euro.