Venerdì 25 ottobre alle 18 al Museo Etnografico del Friuli

Mah Aissata Fofana presenta
il suo ultimo giallo

"Un cadavere sorridente, una calebasse piangente, un balanzan
rimpicciolito" il titolo dell'ultima fatica letteraria della scrittrice maliana

In giallo avvincente che, attraverso le indagini della protagonista, porta il lettore nel mondo e nella cultura del Mali. Sarà presentato venerdì 25 ottobre alle 18 nel salone di Palazzo Giacomelli, sede del Museo Etnografico del Friuli in via Grazzano a Udine, l’ultimo libro di Mah Aissata Fofana, varie volte ospite del museo dove ha già presentato le sue due opere precedenti.All’incontro, moderato da Gianfranco Rondello, console onorario del Mali in Italia, parteciperanno anche gli assessori comunali alla Cultura, Federico Pirone, e ai Diritti e Inclusione Sociale, Antonella Nonino e il giornalista Gianpaolo Carbonetto.

L’ultima fatica letteraria della scrittrice, pubblicata da Edizioni Segno, racconta ancora le avventure dell’ispettrice Fofy e si intitola “Un cadavere sorridete, una calebasse piangente, un balanzan rimpicciolito”. In appendice il racconto  breve “Anche gli alberi di mango possono crescere in Italia”, scritto dalla figlia di Fofana, Anna Traorè, che affronta con linguaggio semplice ed emozionante il tema dell’integrazione.

Al termine della presentazione ci sarà una dimostrazione di come si realizza il bogolan, tipico tessuto del Mali formato  da strisce di cotone tessute a mano e cucite l’una accanto all’altra e arricchito da decorazioni ricavate dal fango.

Mah Aissata Fofana nata a Bamako nel Mali, vive da molti anni in Friuli, a Reana del Roiale. Mediatrice culturale è laureata in traduzione e da tempo si occupa di immigrazione femminile. Ha all’attivo molte pubblicazioni, sempre ambientate in Africa.

L’ingresso alla presentazione del libro è libero, fino ad esaurimento dei posti disponibili. Per informazioni: Museo Etnografico del Friuli 0432 271920