Lo sportello “Amico”
piace anche ai cittadini italiani

Una media di oltre un centinaio di contatti al mese, con una maggioranza di accessi provenienti da cittadini italiani. È questo il dato più rilevante del bilancio dell’attività dello sportello polifunzionale attivo nell’atrio dell’autostazione e gestito dal Centro Servizi per Stranieri del Comune di Udine in collaborazione con l’Associazione Vicini di casa Onlus. Tra febbraio e luglio 2009 lo sportello “Amico” (l’acronimo definisce i servizi offerti: attività, mediazione, informazione, conciliazione, orientamento) ha collezionato complessivamente 667 contatti, la maggior parte dei quali si sono concentrati tra febbraio e aprile, periodo nel quale attraverso lo sportello era possibile inoltrare le domanda di accesso ai benefici della Carta Famiglia e del Fondo Affitti.

In base alla provenienza dei cittadini che si sono rivolti al punto informativo i dati mettono al primo posto gli utenti italiani (105 accessi), seguiti da quelli ghanesi (92 accessi), da quelli ucraini (74 accessi), da quelli kosovari (60 accessi) e da quelli albanesi (52 accessi). “Questi risultati rappresentano un’importante conferma rispetto alla filosofia con cui il Comune di Udine ha potenziato il servizio – sottolinea l’assessore ai Diritti di cittadinanza Kristian Franzil –. Gli sportelli polifunzionali attivati sul territorio nascono come un supporto a tutti i cittadini relativamente alle iniziative e alle attività dell’amministrazione comunale”.

Le motivazioni che hanno giustificato gli accessi allo sportello  vanno dalle richieste di informazioni alle domande per i benefici erogati dal Comune di Udine. La  Carta Famiglia è in cima ai fattori di contatto con lo sportello (192 casi), seguito dal Fondo Affitti (88), dalle richieste di informazioni per la ricerca di lavoro (65) e per i ricongiungimenti (65). Tra le richieste più frequenti spicca anche la “social card”, la verifica dello stato delle pratiche e la necessità di aiuto nella compilazione dei moduli e l’inoltro delle pratiche. La maggior parte dei cittadini che hanno utilizzato il servizio, per la precisione il 61%, sono di sesso maschile.

Gli sportelli informativi attivati dal Centro servizi per stranieri negli ultimi dieci mesi sono tre. Oltre a quello dell’autostazione, ce ne sono altri due: uno in prefettura, in particolare per i servizi di ricongiungimento familiare, e uno all’anagrafe. Dopo il successo riscosso nei primi dieci mesi di sperimentazione, nel novembre 2008 l’amministrazione comunale ha deciso di ampliare e diversificare i servizi offerti nell’area di Borgo Stazione, varando il nuovo sportello “Amico”. Oltre al servizio informativo lo sportello dell’autostazione offre attualmente un’attività gratuita di conciliazione e di mediatore di condominio, finanziata dal Comune e dalla Regione.

Il punto informativo è attivo sei giorni su sette (dal lunedì al sabato), garantendo ognuno una presenza su almeno due giorni, per un totale di 10 ore settimanali. In particolare, il servizio di informazione è disponibile il mercoledì e il giovedì dalle 17 alle 19 e il sabato dalle 15 alle 17. I conciliatori sono a disposizione dei cittadini il lunedì dalle 17 alle 19, il mercoledì dalle 12.30 alle 14.30 e il sabato dalle 10 alle 12, ma è possibile fissare un appuntamento anche al di fuori degli orari di presenza allo sportello. Infine, il servizio di mediatore di condominio è attivo il martedì e il venerdì dalle 17 alle 19.