Nuova seduta in programma lunedì 8 marzo alle 14.30

Le nuove tecnologie a scuola:
la parola al Consiglio comunale dei ragazzi

I piccoli consiglieri voteranno un progetto
della scuola media ex Manzon

consiglio_comunale_ragazziPromuovere l’applicazione delle nuove tecnologie a scuola trasformando ragazzi e ragazze in piccoli scrittori in erba. È questo, in sintesi, il progetto della scuola media ex Manzoni di piazza Garibaldi che il prossimo lunedì 8 marzo dalle 14.30 alle 16 sarà discusso dal Consiglio comunale dei ragazzi riunito in seduta nella sala del Consiglio a palazzo D’Aronco. L’iniziativa, nata proprio nell’ambito dell’attività del Consiglio comunale dei ragazzi su proposta delle classi 1ªA e 1ªG dell’ex Manzoni, è stata sviluppata in sinergia dall’ufficio Progetti Educativi 3-14 anni e dall’unità operativa Sistemi Informativi e Telematici del Comune di Udine.

I due uffici hanno messo in campo competenze e professionalità diverse per offrire agli alunni un ambiente di apprendimento nuovo e alternativo basato sull’interazione, la comunicazione e la partecipazione attiva al percorso di apprendimento. I ragazzi che parteciperanno al progetto saranno protagonisti della scrittura cooperativa di un giallo ambientato nella Udine dei nostri giorni. Un racconto che nasce dalle “menti e dalle mani” degli alunni delle due classi, che condividono l’intero percorso di scrittura creativa. Ognuno di loro, partendo dall’incipit scritto dai professori, scriverà un capitolo del racconto che poi tutti leggeranno e voteranno scegliendo così il capitolo preferito, che sarà il capitolo ufficiale del racconto e il punto di partenza della nuova fase di scrittura. L’intero processo sarà gestito utilizzando il web e le attrezzature informatiche della scuola, tra le quali la lavagna interattiva multimediale che sarà al centro di una futura iniziativa del Comune.

“Il valore aggiunto è senza dubbio l’utilizzo a scuola delle nuove tecnologie – spiega l’assessore all’Innovazione Paolo Coppola – e in particolare il web e i blog. Sono mezzi molto amati dalle nuove generazioni, che diventano strumenti scolastici alla pari dei libri, quaderni e penne”. Oltre agli obiettivi più squisitamente didattici ci si propone anche di avviare un efficace percorso volto a favorire un uso critico e consapevole delle nuove tecnologie e una riflessione sulle potenzialità insite negli strumenti utilizzati. Nella stessa seduta di lunedì il Consiglio comunale dei ragazzi discuterà e voterà anche il progetto della scuola primaria Friz per l’area verde antistante la biblioteca di quartiere di via delle Forze Armate.