Si tratta di una coppia di "Chimere" in bronzo
realizzate nel 1935 e mai mostrate in pubblico

Le “Chimere” di Mirko
in mostra alla Gamud

I due capolavori saranno esposti
alla Galleria d'arte moderna dal 21 al 26 aprile

Due capolavori assoluti della prima produzione di Mirko Basaldella, la coppia di “Chimere” realizzata in bronzo nel 1935, sarà esposta per pochi giorni alla Galleria d’Arte Moderna di Udine dal 21 al 26 aprile.

Le opere che non sono mai state esposte finora al grande pubblico, faranno infatti tappa nel capoluogo friulano in quanto gli antiquari Copetti, con galleria a Udine, sono riusciti ad acquisirli dagli eredi di Anna Letizia Pecci Blunt, che li acquistò alla prima mostra personale di Mirko a Roma, senza mai però farli uscire dalle sue prestigiose collezioni.

Gli antiquari porteranno le “chimere” alla mostra della Permanente a Milano, importante fiera antiquaria internazionale prevista per i primi di maggio e, in considerazione del fatto che le due opere non sono mai state esposte al pubblico dal 1935 ad oggi, e che probabilmente verranno in tale contesto ben presto alienate, si sono resi disponibili, in omaggio alla città natale di Mirko, a prestarli per qualche giorno alla Gamud. I due capolavori, quindi, troveranno spazio, soltanto per poco tempo, nella sala dedicata a Mirko insieme con le altre sculture, leoni e chimere da lui successivamente realizzate, ed accanto alla “Chimera” di Arturo Martini, modellata dal  maestro ed ispiratore di Mirko nel 1934.

Grazie alla gentile disponibilità dei prestatori, l’operazione non costerà nulla al Comune, fatto salvo l’estensione della polizza assicurativa già attiva per i musei cittadini.