Il Comune investirà nel piano anche
107 mila euro di fondi propri

Lavoro socialmente utile,
via libera a 45 nuovi posti

I progetti che saranno inoltrati alla Regione
per la richiesta di contributo sono in totale 19

Dalla manutenzione degli edifici e del patrimonio urbano all’informatizzazione degli archivi, dalle scuole agli sportelli dei Servizi sociali. Dopo i positivi risultati ottenuti gli scorsi anni, nella seduta di oggi 27 agosto la giunta comunale ha approvato anche per il 2013 un pacchetto di  progetti di lavoro socialmente utile, da inoltrare alla Regione per la richiesta di contributo.In base al piano quest’anno il Comune di Udine metterà a disposizione 19 progetti che daranno complessivamente lavoro a 45 persone. Un’iniziativa nella quale l’amministrazione comunale investirà anche 107 mila euro di fondi propri. Dei 45 posti disponibili, che avranno una durata di 52 settimane, 27 saranno ruoli di categoria B (di cui 25 a 36 ore e 2 a 30 ore) e 8 di categoria C (tutti a 36 ore settimanali), mentre i restanti 10 posti saranno assegnati in convenzione con la questura (2 ausiliari a 36 ore) e con le scuole (8 collaboratori scolastici a 36 ore).

Degli amministrativi di categoria C, in particolare, tre saranno destinati al miglioramento delle prestazioni dei Servizi sociali, uno sarà impiegato al servizio Entrate (attività di supporto agli uffici per la gestione dell’Imu nel caricamento dei dati) e uno al servizio amministrativo Appalti (riordino e informatizzazione archivi cartacei del servizio edilizia privata e ambiente). Per quanto riguarda invece i collaboratori di categoria B, la maggior parte sarà assorbita dalle scuole e dai servizi scolastici, dove troveranno posto 12 lavoratori socialmente utili.

Gli altri lavoratori socialmente utili saranno impiegati in servizi vari: 3 al servizio Infrastrutture2, 3 al servizio Viabilità e sport (valorizzazione e manutenzione del patrimonio urbano), 2 al servizio Demografico e decentramento (attività di front office, inserimento dati e archiviazione pratiche), 2 alla polizia locale (movimentazione segnaletica e altre attività correlate), 1 all’Ambito socioassistenziale (inserimento dati cartella sociale informatizzata), 1 al servizio Edilizia privata e ambiente (fascicolazione e archiviazione atti), 1 ai Servizi sociali (potenziamento sportello informativo), 1 all’ufficio Abitare sociale (supporto agli uffici amministrativi), 1 all’ufficio Comunicazione (progetti grafici), 1 alla biblioteca civica.

A questi 35 lavoratori da impiegare in Comune si aggiungeranno altri 10 posti in convenzione con la questura di Udine, dove saranno inseriti due ausiliari per le manutenzioni, e con le scuole, che avranno a disposizione 8 collaboratori scolastici per le attività istituzionali. In base alla legge regionale possono essere impiegati in attività socialmente utili i residenti in Friuli Venezia Giulia che percepiscono trattamenti previdenziali in quanto lavoratori posti Cassa integrazione guadagni (sospesi a zero ore), in mobilità o titolari di altro trattamento speciale di disoccupazione.