Una delegazione della sezione di Udine
è stata ricevuta dal sindaco Honsell

L’associazione Arbitri
a palazzo D’Aronco

Il primo cittadino: “Esprimo un grande apprezzamento per il ruolo che svolge
questa associazione, l’attività portata avanti dai suoi membri che sono tutti volontari

“Esprimo un grande apprezzamento per il ruolo che svolge questa associazione, l’attività portata avanti dai suoi membri che sono tutti volontari, in particolare nel campo della formazione, che coinvolge tanti giovani udinesi”. Così il sindaco di Udine, Furio Honsell, che martedì 6 novembre ha ricevuto a palazzo D’Aronco una delegazione della sezione di Udine “Gino Nais” dell’Associazione italiana Arbitri, che segue la formazione degli arbitri per tutti i campionati di calcio dai pulcini all’eccellenza.

Il presidente Mirko Zannier, accompagnato dal consigliere Giorgio Bruni, ha illustrato al sindaco l’attività dell’associazione che conta 210 associati, di cui più della metà giovani, tutti del capoluogo friulano o dei comuni limitrofi. Ogni anno l’associazione formata una quarantina di giovani dai 15 anni in su aspiranti arbitri, tutti provenienti dalle scuole udinesi. Come ha spiegato Zannier, si tratta di ragazzi con la passione per il calcio, che a fine corso sostengono esame e ottengono tessera federale.

L’associazione ha illustrato al sindaco anche i problemi logistici che eventualmente potranno nascere in seguito ai lavori allo stadio e al passaggio della sua gestione all’Udinese Clacio. Attualmente infatti l’associazione ha sede in alcuni locali dello Stadio Friuli, per i quali paga un regolare affitto al Comune. Pur privilegiando il mantenimento della sede attuale, l’associazione sta vagliando l’ipotesi di soluzioni alternative. In ogni caso il sindaco ha assicurato una soluzione in grado di garantire una sede dignitosa per un’associazione che svolge un ruolo di formazione molto importante per i giovani della città.