Venerdì 6 luglio sul piazzale del castello alle 21.30 per UdinEstate

“La prime lûs”, gran concerto
con 200 strumentisti e 4 bande

“Megaconcerto” gratuito organizzato all’interno del cartellone estivo per celebrare
i 2 secoli di vita del complesso bandistico più antico della regione

Venerdì 6 luglio alle 21.30 sul piazzale del Castello di Udine, nell’ambito di UdinEstate, attesa replica del Gran Concerto per il Bicentenario della Filarmonica “La Prime Lûs” 1812 di Bertiolo, con 200 strumentisti e 4 bande protagonisti di uno degli eventi musicali della stagione estiva cittadina.Nel capoluogo friulano, la Filarmonica presieduta da Silvio Zanchetta e diretta da Chiara Vidoni si prepara a bissare il successo riscosso sabato scorso nella Villa Manin di Passariano dal super-concerto inserito nei festeggiamenti promossi dal complesso bandistico più antico della regione per i suoi due secoli di vita.

L’evento, a ingresso gratuito, prevede la straordinaria “reunion” in un’unica grande orchestra a fiati di 200 strumentisti, di cui ognuno rappresenta idealmente un anno della storia della formazione bertiolese, che la tradizione vuole essersi esibita per la prima volta nel 1797 davanti a Napoleone giunto in Friuli per siglare la Pace di Campoformido.

Sul palco, a fianco della Filarmonica affidata come sempre alla magistrale bacchetta di Chiara Vidoni, ci saranno anche la Filarmonica di Colloredo di Prato, la Banda del Gruppo folcloristico di Passons, l’Associazione culturale musicale “Euritmia” di Povoletto e la Banda musicale di Reana del Rojale, dirette nell’ordine dai maestri Fulvio Dose, Andrea Picogna, Franco Brusini e Flavio Luchitta.  Programma molto articolato e vario: da “Prima Luce” di Jan Van der Roost e da “The new Village” di Kees Vlak, per poi approdare a “Choral for a solemn occasion” di Marc van Delft. Infine “Incantations” di Robert W. Smith e “Ouverture 1812” di Piotr Ilijc Cjaikovsky nell’arrangiamento di Yoshihiro Kimura.