Martedì 12 novembre alle 18
a palazzo Giacomelli

La memoria dal diario al microchip:
se ne parla al museo Etnografico

Interverranno il sociologo Alberto Abruzzese e il saggista
e giornalista Daniele Pitteri, moderati da Alessandro Verona

“La trasmissione della memoria dal diario al microchip”. È questo il titolo e il tema della conferenza in programma martedì 12 novembre alle 18 nel museo Etnografico di via Grazzano con gli interventi del sociologo Alberto Abruzzese e del saggista e giornalista Daniele Pitteri, moderati da Alessandro Verona. A dare il benvenuto agli ospiti saranno l’assessore alla Cultura del Comune di Udine, Federico Pirone, e il direttore dei Civici Musei, Marco Biscione.

L’iniziativa si collega alla mostra Domestiche rivoluzioni mobili, oggetti, emozioni quotidiane – 1953 / 2013” , ospitata dal padiglione 9 della fiera di Udine fino al prossimo 14 novembre. L’esposizione, ideata e promossa da Udine Gorizia Fiere in partnership con la Camera di commercio di Udine e in collaborazione con il Comune di Udine, Federmobili, Federlegno, cooperativa Guarnerio, in occasione della sessantesima edizione della fiera “Casa Moderna”, si snoda attraverso un percorso fra sensazioni dimenticate e icone indimenticabili del paesaggio domestico, dagli anni ’50 al presente.

Arredi, complementi, tecnologie che hanno rivoluzionato la vita di tutti i giorni, introducendo nuove forme, materiali, colori, funzioni ed emozioni. Espressioni dell’evoluzione economica, sociale e industriale del made in Italy e di un territorio nel quale, 60 anni fa, Casa Moderna introdusse il concetto di innovazione nella quotidianità. Un’occasione per rivivere o scoprire le atmosfere degli ultimi sei decenni e per riflettere sul valore della creatività, della qualità e della cultura del progetto. L’ingresso alla conferenza è libero fino a esaurimento dei posti.