Sabato 16 aprile il Comune invita a partecipare al “BookPlaceUdine”

La giornata del libro si festeggerà
nella nuova piazza XX Settembre

Per presentare il nuovo servizio di bookcrossing un evento ad hoc
durante il quale sarà inaugurato anche il totem informativo

Un evento, ideato come una festa in piazza, per inaugurare il nuovo servizio di bookcrossing, celebrare la giornata del libro (che ricorre il 23 aprile di ogni anno, ma che quest’anno viene anticipata visto che altrimenti avrebbe coinciso con il venerdì santo), far scoprire agli udinesi (e non solo) la nuova piazza XX Settembre, pedonalizzata negli scorsi mesi e arricchita di settimana in settimana di nuovi servizi (dopo il posizionamento delle panchine, l’attivazione del wi-fri gratuito, arrivano ora il totem informativo e il servizio di bookcrossing, in attesa dello spostamento definitivo del mercato):

con questi obiettivi è stata organizzata la giornata di sabato 16 aprile per inaugurare e provare BookplaceUdine, il nuovo servizio di bookcrossing, e il nuovo totem informativo. “Creare momenti di aggregazione è anche un modo per rendere le città più civili e più salubri – ha detto il sindaco Furio Honsell – Questa piazza è stata restituita ai cittadini ma bisogna fare in modo di renderla vitale. Questa sarà un’ulteriore iniziativa grazie alla quale tutti potranno concorrere alla biblioteca ideale della città di Udine”.

Per coinvolgere l’intera cittadinanza è stato sviluppato un programma che prevede iniziative per i bambini e gli adulti, alternando momenti di convivialità con letture guidate e libere, per poi concludere, in serata, con un intrattenimento musicale. “È un’iniziativa pensata per comprovare quello che avevamo in mente da tempo – ha sottolineato il vicesindaco e assessore al Commercio, Vicnenzo Martines – , per permettere agli udinesi di frequentare la piazza in maniera diversa”. Come ha spiegato anche Marzia Plaino, della biblioteca civica “Joppi”, l’iniziativa si basa sul “concetto fondamentale della gratuità, che è già stato sviluppato con il “banco libero”, un progetto supportato dai volontari. Anche la maggior parte dei testi per far partire “bookplace udine” provengono da banco libero”.

La sistemazione della piazza con connotazione tecnologica avanzata, lo spostamento del mercato e l’implementazione del numero delle giornate con le bancarelle, l’arredo della piazza con l’organizzazione di spazi per bookcrossing, animazione urbana e tempo libero sono costate complessivamente 15 mila euro e sono state cofinanziate grazie al contributo regionale chiesto dal Comune nel 2009 per la “rifunzionalizzazone integrata” della piazza. E’ stata realizzata anche una pagina specifica sulla nuova Piazza XX Settembre, visibile sull’home page del sito del comune www.comune.udine.it.

Cos’è il bookcrossing. Il bookcrossing è un movimento per lo scambio di libri nato spontaneamente nel 2001 negli Stati Uniti e diffuso in tutto il mondo. Chi partecipa al bookcrossing lascia i propri libri “in libertà”, sul treno, in autobus, su una panchina, così chi li trova può condividere pensieri ed emozioni con chi li ha già letti. Da questa circolazione di libri nascono nuovi contatti e legami fra persone diverse, anche lontane e sconosciute, che hanno in comune solo la lettura di quel libro. Anche il Comune di Udine, con la Biblioteca Civica “V. Joppi”, ha voluto aderire al bookcrossing istituendo in piazza XX Settembre l’Official Bookcrossing Zone, denominata “bookplaceudine”: in un apposito contenitore chiunque può depositare o prelevare un libro da “liberare”. Lo stesso si può fare anche nei negozi adiacenti alla piazza che aderiscono al progetto, riconoscibili dal logo esposto in vetrina.

Il programma di sabato 16 aprile. “BookplaceUdine” sarà inaugurata alle 17 con i saluti del sindaco e delle autorità. Fino alle 18.15 circa, all’interno delle sei zone contraddistinte da colori diversi e allestite sulla piazza per mettere a disposizione dei vari lettori spazi raccolti, adatti ad una lettura senza microfono, arriveranno gli “Ambasciatori delle storie”: lettori volontari del Friuli Venezia Giulia leggeranno le storie al pubblico e inviteranno i bambini e gli adulti ad entrare insieme nel paese fantastico dei libri. La piazza sarà allestita con 50 sedie e 100 sgabelli, realizzati tutti in materiale ecologico. Alle 18.30 comincerà “A voce libera”: sulla pedana allestita sul lato nordest della piazza, di fronte alla Vera da Pozzo, lettori “occasionali”, più o meno noti, proporranno a voce alta, ad un pubblico reale o immaginario, un brano del libro che hanno deciso di “liberare”. Tutti sono invitati a partecipare e ad alternarsi sul palco per inaugurare il nuovo servizio di bookcrossing udinese. Tutti i cittadini sono invitati a venire in piazza e, se lo desiderano, a leggere un brano del libro che vogliono liberare. Per informazioni e iscrizioni per la lettura in piazza si può scrivere un’e-mail all’indirizzo bookplaceudine@comune.udine.it o telefonare al numero 0432-271589. Alle 19.30, dopo aver nutrito la mente, comincerà “Il Libro, pane dei saperi del mondo”, negli stand, distribuiti sulle zone colorate allestite sulla piazza, grazie alla collaborazione del Circolo mediatori culturali linguistici Acli, si potrà compiere un viaggio intorno al pane tra tradizioni e letteratura, accompagnato da sapori ed assaggi della gastronomia del mondo. Dalle 21 in poi, infine, “Bookcrossing dance”, musica fino a mezzanotte per terminare in allegria la giornata dedicata al libro e alla scoperta della nuova piazza XX Settembre. Durante tutto l’evento, sulla piazza sarà presente un banchetto informativo per conoscere il funzionamento e le opportunità del bookcrossing.

Come partecipare a “BookPlace Udine”. Per partecipare al bookcrossing e seguire il viaggio compiuto da un libro così da conoscere osservazioni e commenti di chi l’ha letto, è necessario attribuirgli un numero identificativo (BCID). Si può fare scegliendo fra due tipi di registrazioni: centralizzata o personalizzata. Se si sceglie la registrazione centralizzata, è sufficiente portare un proprio libro nella Bookcrossing Official Zone di piazza XX Settembre o in uno dei negozi aderenti: la Biblioteca Civica lo registrerà sul sito www.bookcrossing.com, annoterà il BCID, applicherà gli appositi adesivi ed infine lo ricollocherà negli appositi contenitori. Chi vuole preferisce la modalità “fai da te”, invece, può collegarsi al sito www.bookcrossing.com, e seguire le istruzioni. È importante lasciare sempre un commento sul libro prima di liberarlo, collegandosi al sito www.bookcrossing.com (inserendo il BCID del libro) o, in alternativa, si può annotare il commento sull’adesivo applicato sul retro della copertina. La prima modalità è consigliata perché in questo modo saranno rese visibili on-line le tappe del viaggio.

Il totem informativo. In occasione dell’avvio del nuovo servizio di bookcrossing, sarà inaugurato anche il totem informativo. Installato all’esterno del plateatico, sull’angolo della piazza dove sorge l’hotel Astoria, il totem, in una prima fase, ospiterà informazioni su musei e itinerari per scoprire Udine, utili in particolare ai turisti ma anche agli udinesi che vogliono sapere qualcosa di più sulla città. Inoltre, ci sarà una sezione specifica dedicata a piazza XX Settembre, ricca di informazioni e foto, sia storiche sia recenti. Le informazioni saranno disponibili in cinque lingue: oltre all’italiano, anche l’inglese, il friulano, il tedesco e lo sloveno. Per la giornata dell’inaugurazione saranno disponibili le sezioni dedicate alla piazza, ai musei e agli itinerari, tradotte in inglese e in friulano. Nei prossimi mesi, il totem si arricchirà di sezioni con la mappa della città e gli eventi organizzati in città. In futuro, inoltre, potranno essere aggiunte ulteriori sezioni interattive dedicate ai servizi del Comune.