Tutto esaurito mercoledì 27 gennaio allo Zanon alle 10.30

Krippendorff,
quando la memoria diventa assunzione di responsabilità

Uno tra i maggiori politologi tedeschi
incontra gli studenti per la Giornata della Memoria

krippendorffQuando la memoria diventa anche ricerca delle cause e assunzione di responsabilità. Arriva mercoledì 27 gennaio alle 10.30 all’auditorium Zanon di Udine, Ekkehart Krippendorff, uno dei maggiori politologi tedeschi chiamato in città per affrontare con una platea di giovani studenti il nodo, complesso e difficile, dei conti col proprio passato nazista in area germanica e del trauma collettivo che vi è implicato. Una mattinata dedicata ai ragazzi che ha già registrato da giorni il tutto esaurito e che si inserisce nell’ampio cartellone di iniziative de “La Shoah e oltre”, proposto dall’assessorato alla Cultura del Comune di Udine, sotto la direzione artistica di Angela Felice, in occasione della Giornata della Memoria.

Krippendorff è stato docente di Scienze politiche alla Libera Università di Berlino e ha insegnato in molti altri atenei in Austria, Germania, Giappone, Italia, Regno Unito e Stati Uniti. Professore emerito dal 1999, è autore di 21 monografie, curatore di 17 opere e autore di centinaia di contributi. Fra le sue opere, da ricordare Lo Stato e la guerra. L’insensatezza delle politiche di potenza (Gandhi edizioni, Pisa, 2008), in traduzione italiana curata dal Centro interdipartimentale di ricerca sulla pace “Irene” dell’Università di Udine.