Oggi a palazzo Morpurgo la conferenza conclusiva

Job donna, concluso il progetto
della Commissione pari opportunità

L’iniziativa, finanziata dalla Regione, è stata voluta per intraprendere
azioni positive per espandere l’accesso al mondo del lavoro femminile

Neolaureate, diplomate, alla ricerca di primo impiego, ma anche donne che rientrate nel mondo del lavoro dopo la maternità o che sono alla ricerca di nuova occupazione a causa della perdita di lavoro connessa alla crisi economica. Sono circa una ventina le donne che hanno partecipato al progetto ““Jobdonna”, conclusosi ufficialmente oggi, 18 settembre, con un incontro organizzato a palazzo Morpurgo a Udine.Presentato dalla Commissione per le Pari Opportunità del Comune di Udine, in collaborazione con la Commissione Pari Opportunità e gli assessorati competenti dei Comuni di Pasian di Prato e Pradamano, il progetto è stato finanziato dalla Regione e realizzato da “Intramoenia”.

“Mi compiaccio per questo importante incontro – ha dichiarato il sindaco di Udine, Furio Honsell portando i saluti dell’amministrazione comunale –.Oggi è evidente che siamo tutti particolarmente scossi dalla notizia dell’omicidio della giovane donna. Dobbiamo quindi interrogarci a fondo sul livello di educazione che c’è in questa società. Come Comune, con il progetto città sane abbiamo iniziato un percorso di educazione all’affettività e alle relazioni con gli altri. Una goccia nel mare per una società come la nostra – ha concluso – che deve sempre e comunque essere educata al rispetto e, come in questo caso, alle pari opportunità”.

Scopo dell’intera iniziativa, che è stata coordinata da Giovanna Roiatti, è stata quella di mettere in campo azioni positive da parte degli enti locali per espandere l’accesso al lavoro, i percorsi di carriera e incrementare le opportunità di formazione, qualificazione e riqualificazione professionale delle donne.

“Il progetto, realizzato nella casa delle donne di via Pradamano e che oggi qui si conclude – ha commentato l’assessore comunale con delega al Bilancio di genere, Cinzia Del Torre – è stato veramente interessante perché ha coinvolto diversi comuni. Ringrazio quindi la commissione pari opportunità uscente per il lavoro svolto e spero che questo tipo di iniziative si sviluppino sempre di più perché non possiamo fermare il lavoro sulle donne e sulle pari opportunità. Anzi, sempre maggiore è la richiesta di impegno che ci viene richiesto. Molto lavoro c’è ancora da fare – ha concluso – , ma siamo forti e non molliamo”.